Lapresse/PA

A tutto Maradona. Il Pibe de Oro si scaglia contro Gianni Infantino e applaude invece la scelta di Tevez

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Gianni Infantino si è rotto le scatole della crisi del calcio argentino. I dirigenti dell’Afa non devono continuare a sbagliare, devono cambiare lo statuto e lasciar fare alla Fifa, spero sia così perché temo che il nostro calcio venga fermato“. Così Diego Armando Maradona in un’intervista rilasciata al quotidiano argentino “Ole'”. L’ex capitano dell’Albiceleste e del Napoli rivela la sua preoccupazione, spiegando di aver parlato con il presidente della Federcalcio internazionale dei problemi della federazione argentina che, tra l’altro, ha convocato per il prossimo 15 febbraio l’assemblea elettiva senza tener conto della disposizione della Fifa che esige una riforma dello statuto prima di procedere all’elezione del nuovo presidente.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Lunedì incontrerò di nuovo Infantino – ha aggiunto Maradona -, i dirigenti dell’Afa devono stare attenti perché c’è il rischio che il calcio argentino venga sospeso dalle competizioni internazionali“. Dai problemi della Federazione all’addio di Carlos Tevez al Boca Juniors. L’Apache non ha resistito ai circa 40 milioni l’anno che guadagnerà in Cina. “Ha fatto quello che doveva – taglia corto Maradona -. Noi tifosi del Boca dobbiamo ringraziarlo per essere tornato. Carlitos non ha ingannato nessuno, ha semplicemente accettato un’offerta stellare, anche io e Riquelme non avremmo potuto dire di no. Dispiace perché la squadra perde tantissimo senza di lui, è insostituibile“. (ITALPRESS)