Juventus, a tutto Pjanic: “Sarri ha portato una ventata di novità. Andare altrove? Mi viene da ridere”

Lapresse

Il centrocampista bosniaco ha parlato di questi primi giorni di lavoro con Sarri, soffermandosi anche su obiettivi e mercato

Miralem Pjanic è impaziente di iniziare la nuova stagione con Maurizio Sarri alla guida della Juventus, un allenatore completamente diverso dal pragmatico Allegri.

Lapresse

Il centrocampista bosniaco si ritroverà a giocare oltre 150 palloni a partita, come richiesto dallo stesso ex manager del Chelsea alla vigilia della sfida di oggi contro il Tottenham. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Pjanic ha ammesso: “nel calcio di Maurizio Sarri il mio ruolo è molto importante, mi piacerà sicuramente. I 150 palloni sono un obiettivo che voglio raggiungere, ma non importa se ne gioco 150 o 120. L’importante sarà giocare bene per far giocare bene i compagni. Il nostro sarà un calcio palla a terra, a uno-due tocchi. Ho grande voglia di iniziare, non vedo l’ora. Sarri è davvero molto preparato, un grande allenatore che ha vinto l’Europa League. Con le qualità che ha, ci si divertirà tanto. Dovremo capire come muoverci perché gli avversari non sono certo degli sprovveduti e arriveranno al campo preparati: dobbiamo muoverci sempre per liberare nuovi spazi. Spesso ci divide e fa lavorare i difensori da una parte, gli attaccanti e i centrocampisti dall’altra. Serve tempo, ma per ora sta andando tutto bene”.

Lapresse

Sugli obiettivi: “la Champions League è il mio sogno e farò di tutto per vincerla, senza dimenticare il campionato. Sono molto sereno, contento di essere qui, a disposizione dei nuovi. Per quanto riguarda il mercato, ho letto di tutto e anche con Allegri ridevo di questo. Noi avevamo un rapporto bellissimo, ero molto contento di giocare per lui e ora sono contento di giocare a Torino, in questa città e con questo club. Non mi è mai venuto in mente di andare altrove“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28867 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery