Atletica – Azzurre della marcia domani in gara in Coppa Europa: le sensazioni degli azzurri

eleonora giorgi

Atletica, Marcia: Palmisano, Stano e Giorgi punte azzurre domani in Coppa Europa

Alle 7 italiane la 50 km al maschile e al femminile, nel pomeriggio le 20 km: uomini (alle 13.30) e donne alle 15.30. Il giorno della Coppa Europa di marcia è arrivato: domani ad Alytus, in Lituania, 22 azzurri saranno impegnati nel trofeo continentale del tacco e punta, in una giornata che si annuncia piuttosto calda (oggi intorno ai 20 gradi, domani previsti fino a 24) e che costituisce un’importante tappa del cammino che porta ai Mondiali di Doha. Tanti i temi di interesse della manifestazione, a partire dalla prima uscita dell’anno per il bronzo mondiale ed europeo in carica Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) nella 20 km, passando per l’esordio di Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre) nella 50 km, fino all’assalto al podio di Massimo Stano (Fiamme Oro) nella 20 km al maschile. In gara anche un team azzurro piuttosto competitivo nella 50 km e due squadre italiane under 20 (uomini e donne).

20 KM – Il fiore di Antonella Palmisano è pronto per essere indossato tra i riccioli, le unghie sono affilate e placcate dello smalto tricolore, il bis dopo la splendida vittoria di Podebrady 2017 non è impossibile, anche se, come suggerisce “Nelly” con la giusta dose di prudenza “tutte le gare sono diverse”. La 27enne tarantina di Mottola debutta nella 20 km in questo 2019, dopo i 10.000 in pista ai Societari, e viaggia sul doppio binario della prova individuale e del risultato di squadra: “Punto a dare il massimo e penso che lo faremo tutte, perché abbiamo una squadra valida – il suo commento – Voglio arrivare al traguardo con il sorriso. Quello di domani sarà un test, una tappa di passaggio, perché l’appuntamento più importante è Doha, ed è ancora abbastanza lontano”. Inutile nasconderlo: Massimo Stano è nel “pool” di atleti di riferimento della 20 km maschile. Bronzo ai Mondiali a squadre di Taicang, dove ha trascinato il team all’argento, e poi fuori dal podio per un soffio a Berlino (quarto), sulle sponde del fiume Nemunas il 27enne barese di Palo del Colle dà l’assalto a un nuovo podio, nel redde rationem tra i migliori della rassegna continentale di Berlino. Pochi annunci: “Faccio parlare la gara, senza troppe chiacchiere. Di certo partirò per stare nel gruppo di testa. Ai Societari di Roma nei 10.000 su pista non mi aspettavo un tempo del genere, è andata bene ma quel crono significa relativamente in chiave 20 km”.

50 KM – Il giorno che Eleonora Giorgi aspetta da mesi. È tutto pronto per il debutto della 29enne lombarda delle Fiamme Azzurre nella 50 km di marcia: “Manca soltanto un giorno e sono curiosa, vivo un mix di emozioni, aspettative e un po’ di paura – ammette -. Sono carica, l’ho preparata bene e sono sicura che anche a squadre potremo fare un grande risultato”. La sua stagione ha già dato spunti confortanti, prima nella 35 km di San Giorgio di Gioiosa Marea a fine gennaio, poi nella 20 km del match internazionale di Podebrady, vinta col miglior tempo personale degli ultimi quattro anni (1h27:46). “Vado con un po’ di inconsapevolezza non avendo mai gareggiato su questa distanza – osserva – vorrei partire sotto i 5 minuti al chilometro e spero di arrivare relativamente fresca per gli ultimi dieci. La 50 km è una gara lunga, sono al debutto e può capitare davvero di tutto. Le mie compagne mi hanno dato consigli…”

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Rita Caridi (32911 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery