La moglie di Tony Ferguson chiede un ordine restrittivo: il fighter UFC spacca i muri di casa e crede di essere ‘controllato’

La moglie di Tony Ferguson chiede un ordine restrittivo nei confronti del marito: diversi problemi comportamentali mostrati negli ultimi tempi dal fighter UFC che vive nella paranoia di essere ‘controllato’

Tony Ferguson ha una vera e propria ossessione e purtroppo non è quella di vincere il titolo dei pesi leggeri. ‘El Cucuy’ vive nella paranoia di essere ‘controllato’. È stata tristemente costretta a confermarlo la moglie, come motivazione per richiedere un ordine restrittivo nei confronti del fighter UFC. Come riporta MMA Junkie, Tony Ferguson ha mostrato degli strani comportamenti: ha cambiato di colpo le serrature di casa; è arrivato a distruggere alcuni muri per cercare una fantomatica persona nascosta all’interno, intenta a spiarlo; crede di essere controllato attraverso un chip inserito nella sua gamba. La moglie ha più volte chiamato la polizia, ma non sono stati registrati episodi di violenza domestica. Si tratterebbe piuttosto di una malattia, la CTE (Encelofatia cronica traumatica), dovuta probabilmente ai troppi colpi subiti durante i match (in passato era chiamata demenza pugilistica).

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery