MotoGp – ‘Caso Ducati’, il team di Borgo Panigale non cambia idea: in Argentina con la stessa configurazione del Qatar

AFP/LaPresse

E’ guerra aperta tra Ducati e Honda, il team di Borgo Panigale non si fa intimidire: in Argentina con la stessa configurazione del Qatar

La stagione 2019 di MotoGp è iniziata nel segno delle polemiche: dopo la vittoria di Dovizioso al Gp del Qatar, quattro team hanno protestato per un’irregolarità sulla Desmosedici Gp del forlivese. E’ stato presentato un ricorso alla Corte d’Appello della FIM per lo spoiler montato sulla moto del team di Borgo Panigale, reputata irregolare da Honda e altri tre team.

In attesa della decisione riguardo la vittoria di Dovizioso, attualmente congelata, e lo spoiler della Ducati, Gigi Dall’Igna ha affermato di non avere intenzioni di rinunciare al forcellone nella gara in Argentina. A meno che, prima del prossimo Gp, la FIM non dovesse annunciare che lo spoiler Ducati sia ritenuto irregolare, il team di Borgo Panigale schiererà in pista nuovamente la stessa configurazione della Desmosedici Gp vista in Qatar.

LEGGI ANCHE >>> MotoGp – Rivola duro sul ‘caso Dovizioso’, l’Ad dell’Aprilia guasta la festa alla Ducati: “impossibile non si siano accorti che è irregolare”

MotoGp, adesso è guerra aperta tra Ducati e Honda: la minaccia di Dall’Igna fa tremare i giapponesi

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery