Infortunio Fabio Aru – Dalla scoperta del problema al messaggio di Nibali: “ho i brividi a raccontare come mi sono sentito! Ecco cosa mi ha scritto Vincenzo”

fabio aru Fabio Ferrari/LaPresse

Il calvario di Fabio Aru: il sardo racconta come ha scoperto il problema per il quale non riusciva a rendere bene in bici e come ha reagito alla notizia

Una brutta batosta per Fabio Aru: dopo un lungo periodo di difficoltà, durante il quale il sardo non è riuscito a raccogliere buoni risultati in bici, il suo team, l’UAE  Emirates, ha comunicato ufficialmente che il ciclista italiano sarà costretto ad un periodo di stop a causa di un problema che lo costringe ad operarsi.

fabio aru

Foto Massimo Paolone – LaPresse

Non è stata ancora definita la data dell’intervento chirurgico che sarà effettuato però il prima possibile per risolvere il problema all’arteria iliaca della gamba sinistra, ma Aru adesso può finalmente tirare un sospiro di sollievo: “ci sono stati dei giorni in cui in bici ero morto. Devastato. Terribile, e ancora più terribile non capirne il motivo. Ora mi dispiace molto fermarmi, ma provo un senso di sollievo, perché so che dopo l’operazione potrò tornare a essere quello che sono davvero. Facevo tanta fatica, mi impegnavo di più ma le cose andavano sempre peggio“, ha raccontato alla ‘rosea’.

fabio aru

Foto Massimo Paolone – LaPresse

Ho i brividi a raccontarlo. Quando mi è stata data la diagnosi, mi è venuto da piangere. Solo pochissime persone, una di questa è la mia fidanzata Valentina che vive con me, sanno quanto ho sofferto. Nonostante una dedizione incredibile, il non poter raggiungere minimamente il mio livello era frustrante, sì. Non ero Fabio Aru. Impossibile essere sereno. Un decimo posto diventava quasi una vittoria… ma io non corro per il decimo posto. Ho fatto una Tac con liquido di contrasto, una angio-tac, a Prato. C’è un reparto di cui mi avevano parlato benissimo, dove si occupano in modo specifico di questa patologia. Mi seguono soprattutto il dottor Paolo Raugei e il dottor Andrea Gori. La settimana scorsa ho fatto subito un esame molto approfondito che ha evidenziato il problema. Ho saputo tutto venerdì, alla vigilia della Sanremo“, ha aggiunto il sardo prima di raccontare di aver ricevuto tanti messaggi, svelando le parole del suo amico Vincenzo Nibali: “mi ha scritto “sto con te in questa sofferenza, per qualsiasi cosa io ci sono”. Penso che nei prossimi giorni ci vedremo“.

Valuta questo articolo

3.5/5 da 4 voti.
Please wait...
About Rita Caridi (32659 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery