Atletica, la Fidal si oppone alla decisione dell’Iaaf: “contrari all’abolizione della 50 km”

AFP/LaPresse

Fidal, il presidente Alfio Giomi si è detto contrario all’abolizione della 50 km come voluto dalla Iaaf

Siamo assolutamente contrari all’abolizione della 50 km, lo abbiamo già comunicato alla Iaaf e speriamo che anche altre federazioni si facciano sentire e che si possa rivedere questa decisione che reputiamo sbagliata“. Lo dice all’Adnkronos, il presidente della Fidal, Alfio Giomi, in merito alla possibile eliminazione della 50 km di marcia dal programma olimpico a partire dai Giochi di Parigi 2024. “La nostra contrarietà l’abbiamo messa per iscritto in una lettere inviata al Council della Iaaf che dovrà prendere la decisione nella riunione di Doha del 10 e 11 marzo -prosegue Giomi-. Lo abbiamo anche detto ad Anna Riccardi la rappresentante italiana nel Council e speriamo bene”. “Nelle intenzioni del Cio e della Iaaf c’è quello di rendere più ‘televisive’ le gare ma a mio avviso si sta andando nella direzione sbagliata. Non si rende più appetibile l’atletica cambiando le gare, semmai investendo di più in tecnologia”, conclude il numero uno dell’atletica italiana. (Tom/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery