Inter, disfatta “londinese”: i nerazzurri adesso non sono artefici del proprio destino

AFP/LaPresse

Brutto stop per l’Inter nella prima sfida storica di Wembley: i nerazzurri cedono al Tottenham di Pochettino e rimandano all’ultima giornata il sogno del passaggio agli ottavi di finale di Champions League

Un penultimo turno davvero importante, quello della fase a gironi di Champions League andato in scena questa sera. Occhi puntatissimi sulla sfida tra Tottenham ed Inter, andata in scena allo stadio Wembley. La squadra italiana, reduce da un periodo positivo nel campionato di Serie A, con quattro vittorie ed una sconfitta nelle ultime 5 partite, non è riuscita a mettere i bastoni tra le ruote alla squadra londinese, che ha dimostrato di essere in grado di far male a chiunque.

AFP/LaPresse

Ad Icardi e compagni sarebbe bastato un pareggio per poter festeggiare il passaggio agli ottavi di finale con una partita d’anticipo, ma la rete di Eriksen all’80’ ha infranto i sogni nerazzurri, rimandandoli alla prossima ed ultima sfida, contro il PSV.

Questa volta, i ragazzi di Spalletti non sono riusciti a stravolgere il risultato della partita, come accaduto invece nella gara d’andata, quando una rimonta nei 5 minuti finali con le reti di Icardi e Vecino ha regalato ai nerazzurri una speciale vittoria.

AFP/LaPresse

Una gara delicatissima, questa sera, che l’Inter non è riuscita ad interpretare nel modo giusto, compromettendo quindi il passaggio agli ottavi di finale. Col ko di oggi, i nerazzurri sono stati raggiunti in classifica dal Tottenham, a 7 punti, ma la squadra londinese è avvantaggiata, perchè ha segnato un gol in trasferta. Un Inter sottotono, oggi in campo nello splendido scenario di Wembley, che non è riuscita a concretizzare qualche preziosa occasione, disputando comunque un buon match contro una squadra motivata ed in ottima forma, che sta ben figurando anche in Premier League, obbligata a vincere per non essere eliminata matematicamente e riaprire il girone.

AFP/LaPresse

Brutto stop dunque per l’Inter, che adesso non è artefice del suo destino. Tutto infatti dipenderà dall’esito delle partite dell’ultima giornata: i nerazzurri devono sperare in una sconfitta del Tottenham contro il Barcellona e vincere, ma anche pareggiare in caso di ko dei londinesi, contro il PSV.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery