Fiocchi Day per l’Area del Nord Italia, Pietro Zecchi trionfa ed è cartuccia d’oro

SONY DSC

Una 24^ edizione all’insegna dei record, con 353 tiratori a darsi battaglia per la finale dell’area Nord sul campo di Lonato

È stato Pietro Zecchi a imprimere il sigillo sulla finale del Fiocchi Day per l’Area del Nord Italia. Domenica 17 giugno, dalle linee di tiro del Trap Concaverde di Lonato, il tiratore in forza al TAV Carisio (VC) ha vinto l’ambito trofeo offerto dalla ditta Fiocchi, leader mondiale di munizioni da caccia e tiro, denominato “cartuccia d’oro”. Alla gara hanno preso parte 353 atleti di tutte le categorie e qualifiche Fitav, atto finale per l’area Nord di una manifestazione sportiva che, nelle sue varie fasi e sui vari campi di tutto lo Stivale, ha visto l’adesione di 4.451 tiratori complessivi. Cifre “monstre”, che testimoniano la crescita e l’interesse per questa competizione, giunta alla sua 24ma edizione.

Grazie a un perfetto 25/25 in finale, Zecchi s’è aggiudicato la finale del Fiocchi Day, mettendo alle sue spalle l’azzurrino di casa Luca Miotto (24/25) e la cartuccia d’oro del 2016 Graziano Marzotto (22/25). Altri tiratori sugli scudi in una giornata indimenticabile sono stati l’emiliano Stefano Schianchi, il migliore tra gli atleti griffati “Fiocchi” con 73 centri al termine dei 75 piattelli regolamentari, e il bergamasco Francesco Contessi (75/75), che ha chiuso le prime tre serie a punteggio pieno.

«Alla soglia del suo primo quarto di secolo, questa competizione si conferma essere una delle più importanti al mondo nel suo ambito – ha commentato il responsabile vendite Italia della Fiocchi Francesco Gazzetta – Abbiamo avuto 4.451 tiratori totali nella fase di qualifica e, nelle finali suddivise su tre strutture, ben 911 atleti. Questi dati confermano la bontà dell’iniziativa e l’apprezzamento per l’azienda, per i suoi prodotti e per la sua storia. Questo successo è il frutto di una collaborazione che coinvolge tutti i livelli: la Fiocchi, con tutto il suo staff, i tiratori, che credono nel nostro progetto, e le società sportive e strutture di tiro, che hanno collaborato con noi e hanno garantito la capillarità dell’evento. Un lavoro di squadra che, anno dopo anno, ci sta premiando con risultati che sono sotto gli occhi di tutti». Ai ringraziamenti si è unito Ivan Carella, presidente della struttura gardesana: «È una manifestazione che ogni anno cresce nei numeri e nel livello – ha aggiunto – Quest’anno abbiamo avuto la gradita partecipazione di molti tiratori stranieri, unita a quella di molti atleti della nostra nazionale. Non resta che aspettare l’anno prossimo per festeggiare insieme le nozze d’argento di questo grande evento».

Insieme ai tiratori citati a inizio articolo, sono andati a premio anche: Luca Miotto (72/75) per la categoria Eccellenza, Damiano Petrucci (72/75) per la 1^ categoria; Pietro Zecchi (72/75) per la 2^ categoria; Giacomo Vielmo (70/75) per la 3^ categoria; Giorgio Pezzaioli (67/75) per i Veterani; Mario Gatti (68/75) per i Master; Rathor Manavaditya (68/75) per gli junior e Valeria Raffaelli (71/75) per le Lady.



FotoGallery