F1, le rivelazioni di Vettel: “il pit stop era necessario, le nostre gomme non sarebbero durate fino al traguardo”

sebastian vettel AFP PHOTO / ANDREJ ISAKOVIC

Sebastian Vettel ha analizzato il risultato del Gp di Barcellona, svelando i problemi a cui ha dovuto far fronte la Ferrari

Dopo otto gare consecutive la Ferrari scende dal podio, lo fa a Barcellona, in una delle gare più difficili di questa stagione. A complicare le cose al team di Maranello ci si mette prima la sfortuna con il calo di potenza sulla monoposto di Raikkonen, poi l’errore dei meccanici al pit stop che costringe Vettel a rientrare dietro Verstappen.

Photo4/LaPresse

Un quarto posto finale che non può soddisfare il tedesco, staccato adesso di diciassette punti da Hamilton, oggi alla sua seconda vittoria consecutiva: “le nostre gomme non duravamo quanto quelle degli altri, quindi non potevamo ricalcare la strategia della Mercedes e abbiamo dovuto fermarci. Abbiamo perso un po’ di tempo al pit-stop, non riuscendo poi a mettere la macchina nella giusta finestra operativa. Avevamo problemi di bilanciamento, come detto ho faticato un po’ anche con le gomme che avevamo in questo week-end. Il cambiamento ha avuto un impatto negativo più su di noi che sugli altri. Hamilton era più veloce ad inizio gara, ho faticato con l’anteriore ed era facile per Bottas avvicinarsi a noi. Non avevamo il passo, quando ci siamo fermati le cose stavano migliorando ma eravamo comunque troppo lenti. Verstappen? E’ stata una sorpresa non averlo superato, aveva un problema all’ala ma non ha rallentato troppo. Aveva un pochino di problemi di carburante, ma anche noi stavamo finendo le gomme. Paradossalmente erano messe peggio le nostre piuttosto che le loro a fine gara, era difficile mantenere un ritmo regolare. Purtroppo è andata così“.



FotoGallery