Autovelox: non ricordi chi guidava ? niente mega sanzione da 300 euro

Se si ha una valido e documentato motivo per non ricordare il nome del guidatore che ha commesso l’infrazione è possibile evitare la super multa

La sentenza della Cassazione 9555 del 18 aprile 2018 annulla la super multa da 300 euro – con relativo decurtamento punti  – che veniva applicata a chi non comunicava i dati del conducente che aveva commesso l’infrazione.

La sentenza della Cassazione stravolge tutto affermando che se il proprietario non ricorda chi guidava e ha una valida giustificazione la sanzione non viene effettuata. Le giustificazioni – credibili – possono essere tante, a partire dal fatto che la vettura in questione viene utilizzata regolarmente da più persone, magari i componenti di una grande famiglia, oppure ad amici. Un fattore determinante può essere anche il lasso di tempo dall’infrazione alla notifica della multa e via dicendo.

In poco parole bisogna comunicare alle forze dell’ordine un “giustificato e documentato motivo” che abbia determinato il mancato ricordo del nome di chi guidava, per il resto spetterà al giudice avere l’ultima parola.



FotoGallery