Milan-Inter è polemica: Fassone attacca i nerazzurri, non si trova una data per il derby!

Fassone - Milan-Inter Fassone - ph Lapresse

Milan-Inter è stata rimandata dopo la morte del povero Davide Astori, adesso le due società stanno duellando per scegliere la data dell’incontro

Milan-Inter è polemica. Ufficialmente iniziato il duello tra le due squadre meneghine, anche al di fuori del campo. Il derby potrebbe valere molto in chiave Champions League ed ora si sta giocando un braccio di ferro serrato tra le parti per stabilire la data della gara. Il Milan, giustamente, vorrebbe evitare di giocare in un giorno infrasettimanale alle 18, con tutti i tifosi impegnati nei rispettivi impieghi lavorativi. L’amministratore delegato rossonero Fassone, parlando a Skysport, ha duramente attaccato i vertici dell’Inter per la mancata disponibilità nel fissare la data dell’incontro:

“Siamo molto amareggiati perché abbiamo fatto tutto il possibile coinvolgendo anche Malagò e offrendo all’Inter le date del 25 aprile e del 1° maggio. Potevamo anche giocare di pomeriggio e disputare una gara da 80mila persone: il regolamento e la burocrazia hanno dato all’Inter la possibilità di rifiutare la nostra proposta. ora spero che i nostri tifosi, così come hanno fatto con l’Arsenal, riempiano lo stadio, perché questo è un derby che merita una cornice da 80 mila spettatori. Avremo noi la gara contro la Juventus poco prima (il 31 marzo, ndr) e cercheremo di dimostrare che è possibile giocare due gare così importanti in pochi giorni”.



FotoGallery