Volley – Gioli e compagne protagoniste fuori dal campo alla festa di Radio Bresciasette

simona gioli

Leonesse instancabili anche fuori dal 9×9, Villani e Angelini alla festa di Radio Bresciasette, per Mamma Fast doppia intervista (Gazzetta dello Sport) e il prestigioso ruolo di madrina dello sport in rosa al “Premio Leonessa”

Protagoniste in campo e non solo. Le Leonesse della Savallese Millenium Brescia, sono state e saranno presenti ad importanti eventi mediatici e culturali. Il primo si è tenuto nella mattinata di ieri: la campionessa Simona Gioli è intervenuta a Radio BresciaSette (in diretta radio, streaming ma anche TV su Teletutto) nel Magazine di Maddalena Damini, dove si è parlato di sport e non solo. Un’intervista a tutto campo, dove Simona ha parlato dei suoi esordi, del suo percorso sportivo e familiare, i traguardi raggiunti, ambizioni e aspirazioni presenti e future, ma anche del “dietro le quinte” privato di una mamma campionessa. Sempre a Radio BresciaSetta lunedì 26 febbraio saranno ospiti altre due Leonesse, ovvero Francesca Villani e Sara Angelini, in occasione del 41° compleanno dell’emittente radiofonica bresciana. E’ stata organizzata una diretta dalle 07.00 alle 21.00 con tutte le voci della radio, accompagnate da campioni e protagonisti del mondo della musica, dello spettacolo, dello sport, della cultura e delle istituzioni. Potrete seguire tutta la festa, e in particolare l’intervento delle due Leonesse dalle 19.00 alle 19.30, in FM sulle frequenze della radio, in streaming audio e video su www.radiobresciasette.it e www.giornaledibrescia.it, in TV su TT2 canale 87 del digitale terrestre. Lo scorso anno furono già invitate le giocatrici bianconere Natalia Viganò e Laura Saccomani. Mercoledì 28 febbraio, invece, Simona Gioli sarà ospite di punta della trasmissione Sottorete 1, il programma televisivo condotto da Simone Arrighi di Cremona 1 (canale 211 del digitale terrestre) che tratta del volley cremonese e non solo. Oltre a Mamma Fast sarà presente come commentatore tecnico Francesco Jacini, giornalista che da qualche stagione è attento alle vicende sportive delle Leonesse, insieme al responsabile marketing della Pomì Casalmaggiore Claudio De Felice, oltre ad altre ospiti del volley minore locale.

A coronamento del “tour mediatico”, giovedì 8 marzo alle 17.00 a Palazzo Loggia a Brescia, Simona Gioli sarà madrina d’eccezione per la sedicesima edizione del “Premio Leonessa”. Un appuntamento istituito dal Comune di Brescia per tutte donne sportive che hanno dato lustro alla città, e che costituiscono un esempio per la società e per le giovani generazioni. Con lo scopo d’incentivare l’impegno sportivo al femminile, in concomitanza con la celebrazione della Giornata Internazionale della Donna, si premia la costanza, la determinazione e l’impegno delle atlete che si sono distinte come le più promettenti per il raggiungimento dei più elevati risultati agonistici. Ricordiamo che nel 2016 tale premio andò alla Leonessa Chiara Dall’acqua. La cerimonia, organizzata in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità e con la Commissione Pari Opportunità, sarà presentata dalla giornalista Franca Cerveni. La madrina Simona Gioli, si affianca alle precedenti testimonial, anch’esse di elevatissimo spessore sportivo e morale come Daniela Merighetti, Isolde Kostner, Paola Pezzo, Tania Cagnotto, Nadia ed Elena Fanchini, Josefa Idem e tante altre. Tanti appuntamenti, dunque, che conferiscono lustro, non solo sportivo, alla Millenium Volley, la società che ha riportato la pallavolo bresciana femminile in serie A dopo quarant’anni. Tornando alla pallavolo giocata, in questi giorni Prandi e compagne stanno lavorando con attenzione in vista del prossimo turno di campionato che le vedrà di fronte alla Golem Olbia dell’ex azzurra di Jenny Barazza. Appuntamento domenica 25 febbraio, al PalaGeorge di Montichiari alle ore 17. A tal proposito vi invitiamo a leggere l’intervista doppia alle due campionesse Gioli e Barazza, per l’appunto prossime avversarie, sulla Gazzetta dello Sport di oggi, a firma Giovanni Gardani. Trovate l’articolo qui di seguito: Gazzetta Dello Sport, 21 febbraio “Mamme Highlander”.



FotoGallery