Il Var arriva anche nella Boxe! A Tokyo 2020 l’introduzione del Bar: con la moviola sarà possibile contestare il verdetto della giuria

LaPresse/Reuters

Dalle Olimpiadi di Tokyo 2020 verrà introdotto il Bar: un sistema di analisi del combattimento tramite il quale si potrà contestare il verdetto dei giudici

Dal calcio alla boxe, dal Var al Bar. No, non il luogo fisico dove fare colazione, ma il “Bout Analisys Review”, un sistema che introdurrà la possibilità di ‘contestare’ la decisione della giuria, nel caso appaia ingiusta al termine di un match vinto ai punti. Il verdetto potrà addirittura essere ribaltato, decisione storica, in quanto fino ad oggi, in caso di ricorso, si poteva richiedere solo l’esclusione dei giudici coinvolti nel giudizio errato sull’esito del match. I primi test verranno effettuati ai Campionati Europei Youth a Roseto degli abbruzzi dal 15 al 26 aprile, mentre l’introduzione ufficiale è prevista per le Olimpiadi di Tokyo 2020. La decisione è stata presa dall’Aiba che, tramite il presidente ad Interim Franco Falcinelli ha spiegato:

“abbiamo varato l’elaborazione del ‘Bar’ (Bout Analisys Review) per tutelare i risultati che a volte sono assolutamente errati e ingiusti. Poiché è un prodotto elaborato in Italia con la collaborazione di Umberto Di Felice, il primo test sarà collaudato durante i campionati Europei Youth a Roseto degli Abruzzi dal 15 al 26 aprile per poi esser applicato in ogni competizione con un titolo in palio”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery