Diritti tv, l’ora della verità. Ecco le 5 buste: Sky, Mediaset, Tim, Italian Way e Perform. La novità (satellitare) è clamorosa

Simone Spada

Diritti tv per il triennio 2018/2021, clamorose novità per quanto riguarda la visione di match di Serie A. Con Sky grande protagonista

Jonathan Moscrop

Sky compete senza concorrenti. E’ questa la novità più clamorosa che emerge pochi minuti dopo la chiusura del bando per i diritti tv della Serie A relativi al triennio 2018/2021: da Sky infatti è arrivata l’unica offerta per il pacchetto A (che comprende le 8 squadre big della nostra Serie A), quello per la trasmissione delle gare sul satellite. Ma non solo, perché sempre Sky prova a fare l’en plein: presentate offerte per il pacchetto C (stesso contento del pacchetto A ma su Internet) e per il pacchetto D1 e D2 (le partite delle altre 12 squadre, Roma inclusa, oltre che per i diritti accessori di A e D1-D2): per questi ultimi (D1 e D2), Sky è stata l’unica a presentare una proposta. In corsa per il pacchetto C anche Tim e Perform, mentre per pacchetto B (stesso contenuto del pacchetto A ma per il digitale terrestre) ci sono le offerte di Mediaset e Italia Way.

FotoGallery