Australian Open- Dimitrov soffre e batte Kyrgios dopo 3 tie-break: Cilic ha la meglio su Carreno-Busta

LaPresse/Reuters

Dimitrov accede ai quarti di finale degli Australian Open superando l’idolo di casa, Kyrgios, in 4 set: nella notte Cilic supera Carreno-Busta

Vincere soffrendo è la prerogativa di un grande tennista. Quante volte è capitato di vedere un buon giocatore alle prese con una partita ‘storta’, dove tutto non gira per il verso giusto e l’avversario sembra in giornata di grazia. In questo caso il top player vince il match anche in maniera poco convincente, ‘sporca’ se preferite’, il giocatore normale si arrende alla stanchezza o alla sfortuna. Lo ha confermato Grigor Dimitrov dopo la sfida del secondo turno contro McDonald, conclusa al quinto set: “in passato questo match non lo avrei vinto”. E il bulgaro non ha tutti i torti. Quella che stiamo vedendo agli Australian Open, ma che abbiamo visto per tutto il 2017, è una versione 2.0 di Dimitrov che ha fatto pace con il suo passato, ha messo da parte i paragoni con Federer e le grandi aspettative, concentrandosi solo sul suo talento. Oggi lo ha confermato battendo Kyrgios davanti al pubblico australiano. Una vittoria sofferta, arrivata al quarto set dopo 3 tie-break (7-3 TB/ 7-4 TB/ 4-6/ 7-4 TB). Un’altra partita che in passato Dimitrov non avrebbe vinto, le stesse che Kyrgios attualmente non riesce a vincere.

Vittoria sofferta anche per Marin Cilic. Discorso simile per il croato che nella notte italiana ha avuto la meglio sull’ostico Pablo Carreno-Busta, dopo 4 set, 2 dei quali vinti al tie-break (7-2 TB/ 3-6/ 0-7 TB/ 3-7 TB). Cilic, numero 6 al mondo, fermato lo scorso anno nella finale di Wimbledon contro Federer da un problema al piede, è sempre un outsider pericoloso e non sembra soffrire di grandi problemi di ‘personalità’ legati alla gestione della pressione. Ai quarti di finale lo aspetta Rafa Nadal: il torneo del maiorchino inizia adesso.



FotoGallery