Tavecchio si dimette, ha vinto l’Italia: svelati i veri motivi della resa

LaPresse / Roberto Monaldo

Clamoroso colpo di scena, Tavecchio pronto a presentarsi al Consiglio Federale da dimissionario: ecco i veri motivi della decisione

LaPresse/Vincenzo Livieri

Aspettiamo prima di esultare in maniera definitiva, ma solo perché il personaggio in questione ci ha abituati ahinoi a clamorosi retroscena. Ma quanto emerge nelle ultime ore potrebbe davvero essere il crocevia per il sistema calcistico italiano, l’inizio della ricostruzione: messo alle strette e abbandonato anche dai suoi fedelissimi, Gravina (presidente della Lega Pro) su tutti, Carlo Tavecchio si sarebbe ormai convinto a presentarsi al Consiglio Federale in programma domani a Roma da dimissionario. Se la posizione dell’Assocalciatori è stata espressa più volte da Damiano Tommasi (“Tavecchio deve lasciare”), adesso anche numerosi allenatori si sono schierati contro il numero uno della FIGC: da Allegri (clicca qui per il clamoroso gesto dell’allenatore della Juventus) a Sarri fino ad… Ancelotti. Perché il vero snodo della questione sarebbero proprio questo: l’ex allenatore del Bayern Monaco avrebbe rifiutato la panchina della Nazionale con Tavecchio a capo della Federazione. E senza il sì di Carletto, Tavecchio non riuscirà ad ottenere la maggioranza per la sua riconferma ai vertici di via Allegri. Ecco allora quella che potrebbe essere la svolta per il movimento azzurro: Tavecchio pronto a presentarsi al Consiglio Federale da dimissionario. L’Italia intera spera non ci siano ulteriori colpo di scena.

Leggi anche—> “Pronto, Carletto?”, Galliani e l’amico Tavecchio: il retroscena su Ancelotti è da ‘vecchia’ Italia

Leggi anche—> Italia – Tavecchio shock a Le Iene, il presidente FIGC in lacrime: “tutta colpa di Ventura” [VIDEO]

FotoGallery