MotoGp – Tutta la sincerità di Marquez: ”si, in qualifica ho fatto una finta per Iannone! Dovizioso? Parte undicesimo ma…”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Marc Marquez non festeggia troppo nonostante le difficoltà di Dovizioso e sugli ‘inseguimenti’ di Iannone e Miller…

Marquez non sottovaluta Dovizioso – Marc Marquez da urlo a Phillip Island! Nonostante un tempone di Johann Zarco sul finale delle qualifiche del Gp d’Australia, il leader della classifica piloti è riuscito con una zampata a prendersi la pole position della gara australiana, approfittando delle difficoltà di Andrea Dovizioso, che non è riuscito a far meglio oggi dell’undicesimo posto.

Alle spalle di Marquez, in prima fila, un eccellente Maverick Vinales che ritrova il sorriso dopo la gara di Motegi, e Johann Zarco, poleman in Giappone. Non malissimo Valentino Rossi, che partirà dal settimo posto dopo un weekend complicato tra difficoltà e acciacchi fisici. Benissimo invece Iannone, quarto.

Marquez non sottovaluta Dovizioso – Felice e soddisfatto Marc Marquez per la sua pole position: “mi sentivo bene già nelle Fp2, ma l’avevo detto, in questa pista il limite devi vedere, guardarlo un po’ più lontano, così abbiamo aspettato nelle qualifiche a fare un giro molto più veloce, un giro secco e sono contento perchè il giro secco è forte ma anche il passo è buono“, ha esordito lo spagnolo della Honda ai microfoni di Sky Sport al termine delle qualifiche.

LaPresse/EFE

Si volevo stare da solo, perchè io capisco che mi devono seguire perchè alla fine guardi e qua la scia fa tanto, ma Iannone già ha preso la scia in fp2 fp4 e qualifiche e quindi ho fatto un po’ la finta per rimanere solo“, ha ammesso poi Marquez commentando un suo gesto in pista servito per togliersi di dosso Iannone e Miller che seguivano la sua scia.

LaPresse/EFE

Marquez non sottovaluta Dovizioso –  “L’approccio della gara più o meno è lo stesso, fare il 100% e vedere dove posso arrivare, si Dovizioso parte undicesimo, ma a Motegi partiva nono, vediamo come sarà la pista e che strategia fare. Sul bagnato un po’ più difficile dirlo, il feeling non era buono, ma è certo che sull’asciutto tutte e due le gomme vanno bene, ma la morbida arriva al limite a fine di gara, anche Michelin ha detto che la gomma abbassa tanto quindi per fortuna con la media vado bene e possiamo vedere“, ha concluso.

FotoGallery