Giro d’Italia 2018: Papa Francesco invitato alla Grande Partenza, la sua presenza utile a svelare un curioso retroscena

Giro d'Italia Papa Francesco

Papa Francesco è stato invitato ufficialmente per dare il via al Giro d’Italia 2018. La sua presenza svela un curioso retroscena

FLaPresse/Stefano Costantino

Il Giro d’Italia, edizione numero 101, partirà da Gerusalemme e per lo storico evento ci sarà anche Papa Francesco. Il Santo Padre è stato invitato da RCS per dare il via alla grande corsa a tappe italiana. La news è stata pubblicata dal sito dell’ebraismo italiano www.moked.it e poco dopo ha trovato conferma dai massimi organi di RCS Paolo Bellino, direttore generale e Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia.

Sul sito www.moked.it si legge: “un messaggio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è stato consegnato a Papa Francesco da Sylvan Adams, presidente onorario del comitato Grande Partenza Israele che ha in carico la partenza del prossimo Giro d’Italia da Gerusalemme il 4 maggio 2018. Adams ha invitato ufficialmente il papa a dare il via alla corsa”.

LaPresse/Stefano Costantino

Il primo ministro dello Stato di Israele, Benjamin Netanyahu ha scritto una lettera al Papa annunciando che il Giro d’Italia finirà a Roma: “il fatto che il Giro cominci a Gerusalemme e termini a Roma — ha dichiarato Netanyahu come riportato dalla Gazzetta dello Sport – assume uno speciale simbolismo riflesso nello storico documento “Tra Gerusalemme e Roma”, una cui copia è stata presentata a Sua Santità il 31 agosto. Quest’evento, che è sostenuto dal Governo italiano sarà uno dei punti chiave dei festeggiamenti per il 70esimo anniversario della nascita dello Stato d’Israele ed è parte dei nostri sforzi congiunti di approfondire il dialogo interreligioso e di promuovere la pace”.



FotoGallery