Atletica, Alberto Salazar non è più l’allenatore di Mo Farah: ecco i motivi della separazione

Nel corso di un’intervista rilasciata al ‘The Sun’, Mo Farah ha annunciato la separazione dal suo storico allenatore Alberto Salazar

Termina il sodalizio tra Mo Farah ed Alberto Salazar, il tecnico che ha la sua ‘base’ nell’Oregon, Stati Uniti. Ad annunciarlo, al tabloid inglese ‘The Sun‘, è lo stesso 34enne mezzofondista britannico di origine somala, quattro volte campione olimpico nei 5000 e 10000 metri, nonché sei volte iridato, che ha addotto motivi familiari per spiegare il suo addio a Salazar, con cui collaborava dal 2011.

LaPresse/PA

Lascio perchè la mia famiglia ed io torniamo a vivere a Londra – ha spiegato Farah a ‘The Sun’ – tutti noi amiamo trascorrere l’estate qui, Tania (la moglie, ndr) ed io abbiamo capito di aver perso tanto nel non trascorrere più tempo con i nostri amici e familiari. E i ragazzi qui sono così felici qui… Vogliamo che crescano nel Regno Unito. E’ la cosa giusta da fare per la mia famiglia. E poiché Alberto ed il suo team fanno base negli Stati Uniti, diventa semplicemente impossibile continuare a lavorare con loro“. Farah ha assicurato di non abbandonare Salazar per le accuse di doping che continuano ad aleggiare sulla figura del tecnico, i cui metodi ‘controversi’ sono stati denunciati anche dall’Usada, l’Agenzia Anti-doping statunitense: “queste accuse durano da più di due anni, e se avessi dovuto lasciare Alberto per questo, lo avrei fatto da tanto tempo“. (ITALPRESS)

FotoGallery