Nba – Prima la gaffe, poi le scuse: Kevin Durant e quello spiacevole disprezzo per l’India, tra “mucche, scimmie e persone sfortunate”

TNS/ABACA

Kevin, ma davvero? Le parole di Durant sul suo ultimo viaggio in India non sono del tutto piacevoli: la stella Nba chiede pubblicamente scusa

Una gaffe a volte può costare cara, ma è sempre importante riconoscere di aver sbagliato e chiedere scusa, soprattutto se si è un personaggio famoso in tutto il mondo come una stella Nba. E’ proprio un campione del basket americano, precisamente dei Golden State Warriors, che di recente è stato al centro delle polemiche a causa di alcune affermazioni non proprio gradevoli riguardo il suo ultimo viaggio in India dove è stato protagonista di un’esibizione sportiva.

LaPresse/reuters

“Vedi mucche per la strada, scimmie che corrono dappertutto, centinaia di persone ai bordi della strada, milioni di auto e nessuna violazione del codice della strada. Solo un mucchio di persone sfortunate che vogliono solo imparare a giocare a basket. Questa m…a è molto dura per me”, ha dichiarato Durant, come riportato da NbaReligion.com.

LaPresse/REUTERS

Durant si è evidentemente poi reso conto di non aver usato parole molto gradevoli, o forse è stato qualcuno a lui vicino a farglielo notare, e ha quindi chiesto scusa: “mi dispiace molto che le parole sul mio recente viaggio in India siano state prese fuori dal suo contesto, sono molto riconoscente per il tempo che ho speso laggiù e chiedo scusa scusa per i miei commenti. E’ stata colpa mia, avrei dovuto scegliere parole migliori. Ho parlato della differenza tra la realtà e le mie aspettative su Delhi. Nessun motivo per offendere da parte mia, tornerò presto per altre partite. Mi dispiace”.



FotoGallery