Fantacalcio, Lazio e musica – Tommaso Paradiso tra ‘Pamplona’ e ‘Riccione’ pensa alla Serie A: “sono malato di calcio”

Tommaso Paradis, cantante dei The Giornalisti, parla della sua voglia di calcio, dell’inizio della Serie A e della sua passione per la Lazio

Tommaso Paradiso tra ‘Pamplona’ e ‘Riccione’ pensa al calcio ed alla Serie A – Tommaso Paradiso l’estate 2017 la ricorderà benissimo. Perchè? La stagione che sta vivendo insieme alla sua band i The Giornalisti è quella che di certo gli ha regalato più soddisfazioni, lavorativamente parlando. Concerti sold out ed i suoi successi in testa alle classifiche musicali, cosa vorrebbe di più Tommaso?

Tommaso Paradiso tra ‘Pamplona’ e ‘Riccione’ pensa al calcio ed alla Serie A – Alla Gazzetta dello Sport però lui racconta il suo lato sportivo, la sua passione laziale e quel ritornello (in cui c’entra la Serie A) di ‘Riccione’.  “Parte il campionato, si riaccendono le stelle, si riaccendono le stelle, si riaccendono le stelle“, canta Tommaso Paradiso nella hit disco di platino. Di certo il 34enne non è per nulla impermeabile alla sua passione calcistica che annuncia così: “orgoglioso della mia lazialità”. Una confessione d’amore per la sua squadra del cuore, reduce dall’ultimo trofeo conquistato contro i bianconeri che il cantante commenta così: “è più importante per l’entusiasmo che si è creato che per la Supercoppa in sè. Questa sfida con la Juve era diventata una frustrazione”.

Tommaso Paradiso tra ‘Pamplona’ e ‘Riccione’ pensa alla Serie A – Il campionato è gioia, una delle più grandi gioie. Sono malato di calcio e non vedo l’ora che ricominci. – dice Tommaso Paradiso confessando il suo amore sconfinato – Vedo tutto e di più. Le stelle? Bernardeschi mi fa impazzire”. “Ho anche vinto, – ammette parlando dei suoi Fantacalcio insieme agli amici – non mi sveno per un acquisto, ragiono. Buffon in porta, un po’ di difesa Lazio Insigne, Borriello, Keita, che, purtroppo, temo, non rimarrà con noi nel calcio vero. E’ fortissimo, se gioca uno contro uno ti punta e ti salta. Ho preso Totti è più volte De Rossi”.

Tommaso Paradiso tra ‘Pamplona’ e ‘Riccione’ pensa al calcio ed alla Serie A – Con mio zio Foffo che mi portava allo stadio. – spiega il suo tifo per la Lazio Sono cresciuto con la squadra di Boksic, Signori e Casiraghi. Ho amato quella di Veron, Almeyda, Mancini, Nesta, Stam, Salas, Marchegiani”. “Inzaghi sì, l’ho pure invitato al concerto. – svela commentando se i Vip biancocelesti conoscano la sua fede – Lotito credo di no, Murgia spero lo sappia. Nel mondo Lazio tutti sanno”. Ed alla richiesta di un commento sulla Lazio di quest’anno Tommaso Paradiso afferma che la vede: “indebolita. Biglia e Keita sono partenze importanti. Ma spero nella definitiva esplosione di Felipe Anderson, che deve levarsi le paure e in Milinkovic. E credo che con Inzaghi la squadra si compatti”.

Tommaso Paradiso tra ‘Pamplona’ e ‘Riccione’ pensa al calcio ed alla Serie A – De Silvestri (Lorenzo, n.d.r.) lo conoscevo e ora posso dire che è un amico. – svela sugli altri suo amici del mondo del calcio – Grande persona”. “Spero di giocare, appena potrò, con la Nazionale cantanti – continua – Il calcio degli anni Novanta era più emozionante, ma io ora non riesco a voltargli le spalle”.

 

FotoGallery