Martedi 6 Dicembre

Capello, confessioni Juventus: “Calciopoli, le api di Buffon, Allegri: vi dico tutto”

Capello a tutto campo, l’ex allenatore della Juventus affronta diversi temi compreso quello di Calciopoli: poi svela una verità su Buffon

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Capello, verità Juventus – “Senza Calciopoli probabilmente avrei fatto una carriera diversa. Allenare ancora? Forse ho proprio finito. Per farmi cambiare idea ci vorrebbe qualcosa di stimolante”. Zero dubbi, idee come sempre e l’ombra di Calciopoli che ritorna. Fabio Capello si racconta: passato, presente e futuro nelle parole riportate da ‘La Stampa’. “Campioni? Ne ho allenati da riempire due sale di un museo. Ma l’unico che troverebbe posto in entrambe è Gigi Buffon. Solo una volta l’ho visto vacillare: non voleva giocare perché sul campo svolazzavano delle api e lui ne aveva il terrore. Avevo già deciso di schierare Chimenti, allora il suo vice, quando se ne accorse e cambiò idea”.

fabio capelloCapello, verità Juventus – Capello analizza la Serie A e l’attenzione non può che ricadere sulla Juventus: “in Italia non ha rivali, ha perso tre partite e ha quattro punti di vantaggio, serve altro? Mi fanno ridere i discorsi su Allegri e il bel gioco. Che cos’è poi il bel gioco, quello che ti porta a segnare con quattro passaggi o con dieci? Poi guardate va a finire che qui ha sempre e solo ragione Boniperti, conta vincere. Io mi rivedo un po’ in Allegri: ha un pregio, aver capito il posto dove allena, anche io fui contestato al mio arrivo alla Juventus. Bisogna capire che la Juventus è speciale”.