Sabato 10 Dicembre

Rugby: riparte il Guinness PRO12, le Zebre affrontano l’Ulster

©INPHO/Matteo Ciambelli

Riparte il Guinness PRO12 con le Zebre di scena venerdì a Belfast nella tana dell’Ulster

Dopo i primi due fine settimana di pausa dagli impegni agonistici per lasciare spazio agli impegni delle nazionali nei test match che chiudono l’anno solare, le Zebre Rugby sono pronte a ritornare in campo per affrontare la seconda parte della stagione che vedrà nove gare ufficiali separare i bianconeri dalla seconda pausa stagionale, quella di fine gennaio 2017 dovuta all’inizio del RBS 6 Nazioni.

I riflettori tornano sul Guinness PRO12 che -giunto alla sua nona giornata- vede il proprio calendario sovrapposto con quello internazionale: nel weekend di Italia v Tonga -sabato a Padova alle 15- i bianconeri saranno di scena al Kingspan Stadium di Belfast contro Ulster. La sfida oppone il XV del Nord-Ovest e i nord-irlandesi sconfitti una sola volta dalle Zebre negli 8 precedenti nel torneo, nel 13-6 del Settembre 2014 a Parma, unica vittoria della franchigia ducale contro un avversario della federazione irlandese. Entrambe gli staff tecnici dovranno fare a meno di diversi nazionali; sono otto gli Ulstermen convocati dall’Irlanda che ospita l’Australia a Dublino sabato pomeriggio: capitan Best, le ali Gilroy e Trimble, la seconda linea Henderson, l’apertura Jackson, il centro Marshall, l’estremo Payne e l’ultimo fresco convocato il centro Olding. Anche le Zebre non potranno schierare tanti Azzurri reduci dalla storica vittoria di sabato scorso a Firenze contro il Sudafrica; sono infatti 12 gli atleti nel ritiro padovano della nazionale italiana: il pilone Ceccarelli, il tallonatore D’Apice, le seconde linee Biagi e Geldenhuys, le terze linee Mbandà e Van Schalkwyk, i mediani Canna e Violi, i centri Bisegni e Boni, l’ala Venditti e l’estremo Padovani, quest’ultimo votato migliore in campo nel successo contro gli Springboks al Franchi.

Durante la settimana sono stati diversi i giocatori tesserati con altri club presenti nel gruppo bianconero; domanil’annuncio delle formazioni dove facilmente troveranno spazio alcuni permit players nonché probabilmente torneranno tra i convocati alcuni giocatori infortunati di lungo corso quali Bellini e Berryman –al loro esordio stagionale- con l’infermeria che potrebbe svuotarsi ancora rispetto all’ultima sfida di Parma del 5 Novembre contro Leinster, soprattutto in seconda linea, reparto che ha visto ben tre atleti convocati dalla nazionale italiana per gli impegni di Novembre.

Come di consueto una grande atmosfera attende il XV del Nord-Ovest nello stadio di Belfast essendo già 15.000 i biglietti venduti per questa sfida molto attesa dai tifosi nord-irlandesi. Il XV di coach Kiss è infatti reduce da tre sconfitte consecutive nel Guinness Pro12, a Galway contro i campioni in carica del Connacht, in casa nell’altro derby irlandese contro Munster e in trasferta a Edimburgo nell’ultima gara ufficiale dei biancorossi. Tre sconfitte consecutive -arrivate dopo un inizio perfetto frutto di cinque successi- che hanno escluso per la prima volta nella stagione 2016/17 Ulster dalla zona playoff.

Le Zebre, in attesa di recuperare la gara sospesa contro Connacht al Lanfranchi, hanno colto un successo nelle sette sfide fin qui disputate di Guinness PRO12: la prima vittoria in Scozia arrivata a Murrayfield lo scorso 28 Ottobre contro Edinburgh. I bianconeri occupano l’undicesimo posto della graduatoria con sette punti, quattro in meno di Connacht e Dragons che li precedono al nono posto.

Nell’esperta rosa dei nord-irlandesi spicca il mediano di mischia ex-Springboks Ruan Pienaar -88 caps con la nazionale sudafricana e 127 gare con Ulster- e l’ala neozelandese Charles Piutau –17 volte All Blacks arrivato la scorsa estate dagli inglesi Wasps- secondo nella classifica degli offload con 14 ricicli positivi in 6 gare e 88 palloni portati. L’ultima campagna di rafforzamento ha portato a Belfast anche il flanker degli Sharks Coetzee, 28 volte nazionale col Sudafrica.

A dirigere la sfida sarà l’esordiente Craig Evans, 25enne arbitro neo-professionista della federazione gallese –votato miglior arbitro 2015 del campionato gallese- che ha arbitrato quattro sfide nell’ultimo mondiale U20 giocato in Inghilterra la scorsa estate.

La sfida sarà la prima in Italia in onda su Eurosport, canale del gruppo Discovery presente sul 211 della piattaforma satellitare Sky e sul 373 del digitale terrestre di Mediaset Premium.

La gara sarà visibile anche su Eurosport Player, la piattaforma di web live streaming dell’emittente all’indirizzo www.eurosportplayer.it , gratuito per il primo mese previa registrazione al portale.