Domenica 11 Dicembre

Ciclismo, Cancellara si ritira: a Gand l’evento “Ciao Fabian”, una grande festa per salutare il ciclista [VIDEO]

Fabian Cancellara si è ritirato dal mondo del ciclismo e gli amici di sempre hanno organizzato un evento a lui dedicato

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Fabian Cancellara ha lasciato il ciclismo. Una carriera magnifica per il velocista e cronoman svizzero. Il suo palmares vanta importantissime vittorie come 3 Giro delle Fiandre, 3 Parigi-Roubaix, un Giro di Svizzera, 8 tappe al Tour de France e 3 alla Vuelta di Spagna, 2 cronometro ai Giochi Olimpici, 6 campionati del mondo a cronometro (2 da juniores). “Spartacus” è sicuramente il ciclista più amato e vincente della Svizzera. Le sue volate erano perfette, calcolate al minimo dettaglio senza sbavature con una metodologia quasi scientifica. La si può definire una vera e propria arte la sua nel cercare uno spiraglio e vincere di prepotenza le tappe da lui corse. Sono circa cento le vittorie in carriera nelle quali ha battuto avversari importanti come Petacchi, Cipollini, Zabel, Bettini, McEwen, Cavendish e nelle quali ha gareggiato contro corridori che hanno fatto la storia del ciclismo o che la stanno ancora oggi facendo come Amstrong, Pantani, Ullrich, Froome, Nibali, Aru.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Per omaggiare Cancellara, è stato organizzato un evento dal nome “Ciao Fabian”. Davanti a 6 mila persone, “La Locomotiva di Berna” ha sfidato avversari come Pozzato, Wiggins, Frank Schleck in una gara ad inseguimento su una distanza di 2 chilometri. È stato un piacere, ringrazio tutti per il sostegno che ho avuto nel mondo intero durante questi sedici anni – ha dichiarato Cancellara come riportato da cyclingnews. – Le Olimpiadi sono state il culmine della mia carriera. Volevo arrivare a Parigi nel mio ultimo Tour de France, ma la mia priorità era quella di preparare al meglio le Olimpiadi di Rio. La sento ancora come una corsa speciale. Adesso andrò nella sede dell’Uci e farò una chiacchierata, voglio sapere cosa c’è dietro all’Uci. Dobbiamo sostenere tutti la Federazione, ma anche guardare a cosa siamo in grado di migliorare”. 

Fabian Cancellara però nei suoi tanti trionfi, ha una sola macchia: il ciclista non ha mai alzato le mani al cielo in nessuna tappa del Giro d’Italia. Un vero e proprio peccato, dato che nel suo palmares manca proprio una vittoria di tappa nella corsa rosa. “La Locomotiva di Berna” però ha lasciato ricordi importanti in Italia trionfando alla  Milano-Sanremo e alla Tirreno-Adriatica, e quindi possiamo anche perdonargli questa lacuna. Ciao Fabian, in bocca al lupo per la tua nuova carriera!