Lunedi 5 Dicembre

MotoGp, Marquez convinto: “Rossi è caduto per causa mia, cercava di prendermi…”

LaPresse/EFE

A distanza di due giorni dalla vittoria del titolo mondiale, Marquez torna ad analizzare la gara di Motegi

I giorni passano, le ore scorrono ma il Gp di Motegi rimane ben impresso nella mente di Marc Marquez. Il pilota spagnolo è il nuovo campione del mondo grazie alla vittoria ottenuta in Giappone che, sommata alle cadute di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ha fatto sì che il Cabroncito guadagnasse quei punti necessari per permettergli di centrare il quinto titolo in carriera.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Un successo maturato nella testa di Marquez dopo i Gp in Argentina e Usa, è lì che lo spagnolo ha iniziato a pensare seriamente al Mondiale: “onestamente, ho creduto fin dall’inizio di essere in grado di vincere il titolo. Dopo le gare in Argentina e Austin mi sono detto: ‘E’ difficile, ma è possibile’. Gli altri piloti sono esseri umani, anche se sembra folle sperare negli errori di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo le parole di Marquez riportate da Tuttomotoriweb. “Ma quest’anno hanno avuto alcuni problemi e dopo la pausa estiva sono stato in grado di attaccare. Valentino potrebbe aver semplicemente cercato di prendermi. Credo che abbia scelto il giusto approccio. Perché doveva spingere per la vittoria se voleva conservare la sua piccola chance per titolo. L’anno scorso mi sono ritrovato nella stessa situazione. Pertanto è andato al limite per cercare di prendermi. Non sono andato così forte come negli anni precedenti, gli altri piloti hanno commesso degli errori – ha concluso Marquez – ma se si guarda più nel dettaglio si può vedere che abbiamo anche vinto più gare. Questo vuol dire che siamo stati molto forti”.