Martedi 6 Dicembre

Roma2024: al Comune di Roma la responsabilità della Governance

Il comitato Roma2024 ha voluto precisare su alcuni punti che riguardano gli sprechi, i debiti e ricadute su Roma e l’Italia

Il Comitato Promotore di Roma2024, per fugare ogni dubbio sulle tesi per cui i Giochi Olimpici potrebbero rappresentare un’occasione di spreco, debiti, e negative ricadute su Roma e il Paese, intende precisare:

  1. il Comitato Promotore esaurirà la sua missione all’indomani del prossimo 13 settembre 2017, giorno in cui verrà designata la città sede dei Giochi del 2024;
  1. in caso i Giochi venissero assegnati alla città di Roma, sarà compito dell’Amministrazione Comunale di Roma Capitale e del CONI definire la struttura del nuovo Comitato Organizzatore, e la sua “Governance”. Il Comune avrà pertanto un ruolo fondamentale nella scelta delle persone, nell’assegnazione e gestione degli appalti, nello stabilire le procedure di trasparenza, nel controllo del budget, nella gestione del processo organizzativo generale, secondo tutte le normative di legge vigenti;
  1. L’organizzazione dei Giochi e tutte le attività del futuro Comitato Organizzatore saranno monitorate da un Board Olimpico, costituito da Governo, Comune di Roma, CONI e Regione Lazio.