Venerdi 9 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016: sfuma un’altra medaglia, Giuseppe Giordano è sesto nella pistola 10m

LaPresse/Spada

Al sergente maggiore dell’esercito non riesce la rimonta, chiudendo sesto dopo lo spareggio con Jongoh Jin

L’Olympic Shooting Centre del Deodoro regala all’Italia il primo finalista dei Giochi di Rio. Nella pistola 10 metri maschile il 42enne napoletano Giuseppe Giordano si piazza al sesto posto, una posizione più in là rispetto al quinto posto di Londra.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Il sergente maggiore dell’Esercito era giunto in finale col quinto punteggio, uno score di 580 con 24 centri perfetti e una media di 9.667. Meglio di lui nel primo atto solo il cinese Pang Wei, il sudcoreano Jongoh Jin, lo slovacco Tuzinsky e il vietnamita Hoang. Tutto quanto di buono fatto in tarda mattinata è stato azzerato nel pomeriggio quando sulla linea di tiro i dieci finalisti sono ripartiti da zero. Primi sei colpi per tutti e poi eliminazioni progressive ogni due tiri per gli ultimi della graduatoria. Giordano – il più anziano in finale con tuta scura, visiera e folta barba – ha sparato dalla piazzola G, esordendo con un 9.5 cui sono seguiti un 10.1 e un 9.7. Decisamente meglio la seconda terzina con 10.8, 10.5 e 10.4 per il quarto posto parziale. Il 10.4 e il 10.3 della parte a eliminazione son stati seguiti purtroppo da un 8.7 e un 9.2 che hanno peggiorato lo score. Così Giordano si è giocato la salvezza con Jongoh Jin all’undicesimo e dodicesimo tiro. Con due 9.4 l’italiano ha avuto la peggio chiudendo al sesto posto complessivo con 118.4. “Sono contento perchè la finale è un risultato importante – racconta Giordano –dai 50 metri di rifarò“. (ITALPRESS).