Venerdi 9 Dicembre

Moto Europeo Speedway a Coppie: splendida corsa per i nostri italiani che si sono laureati Campioni d’Europa!

All’Europeo Speedway a Coppie disputato a Riga, l’Italia grazie a Nicolas Vicentin e Nicolas Covatti è diventata campione d’Europa

Nicolas VicentinGrande impresa per la Maglia Azzurra Speedway a Riga, in Lettonia. Sabato 13 agosto la coppia composta da Nicolas Vicentin e  Nicolas Covatti ha conquistato uno storico successo nella finale a coppie in terra baltica, caratterizzata dalla pioggia che ha costretto l’arbitro a interrompere la gara dopo 18 delle 21 manche in programma. Il successo sarebbe andato alla Polonia con Italia argento e Danimarca bronzo, ma da regolamento i punteggi sono stati acquisiti sino alla batteria 14, decretando il successo dell’Italia che ha vinto grazie ai migliori piazzamenti sulla Danimarca e sulla Lettonia. Tutte e tre le compagini avevano totalizzato 14 punti, con un Covatti assoluto protagonista, autore del miglior punteggio singolo con  11 punti, trascinando sul gradino più alto del podio la nostra nazionale. Fondamentale l’apporto di Vicentin, che dopo la brillante prestazione nella semifinale continentale di Badia Calavena, ha ottenuto tre decisivi punti per la medaglia d’oro.

Nicolas CovattiLa gara ha visto Covatti partire subito forte nella prima  manche, con un bel successo sulla temibilissima coppia polacca e con Vicentin quarto. Milik, alla batteria 4, ha consegnato alla Repubblica Ceca i tre punti davanti al duo azzurro, riscattatosi alla nona manche quando Covatti si è sbarazzato della forte coppia di casa Puodzuks-Lebedevs. La manche 12 ha visto infine un primo e secondo posto per Covatti e Vicentin davanti al giovane duo tedesco Grobauer-Wassermann, consegnando di fatto il titolo europeo all’Italia.

Enorme soddisfazione nel clan azzurro con il Commissario Tecnico FMI, Alessandro Dalla Valle, che visibilmente emozionato ha gridato: Siamo campioni d’Europa, aggiungendo poi: Un titolo così non si vince con la sola fortuna o altro blando motivo, lo si vince perché alla fine non ce n’era per nessuno, tenendo conto che la conduzione della gara non è stata per niente facile. Vuoi per le avverse condizioni meteo, vuoi per i problemi meccanici alle moto di Vicentin, tutto ciò ci ha fatto soffrire fino in fondo. Ma il verdetto finale ci ha ampiamente ripagato, senza nulla togliere agli avversari”.

Classifica di gara:

  1. Italia punti 14 (Covatti 11, Vicentin 3);
  2. Danimarca 14 (Jepsen Jensen 7, Jensen 7);
  3. Lettonia 14 (Puodzuks 8, Lebedevs 6);
  4. Polonia 13 (Wozniak 7, Gomolski 6);
  5. Repubblica Ceca 12 (Milik 11, Krcmar 1);
  6. Russia 12 (Logachev 7, Kudriashov 5);
  7. Germania 4 (Grobauer 2, Wassermann 2).