Martedi 6 Dicembre

Lutto in Formula 1, la Ferrari dice addio a Chris Amon: pilota alla perenne ricerca di una vittoria

italpress

Un male incurabile ha messo fine alla vita di Chris Amon, ex pilota Ferrari che, in 108 partecipazioni al Mondiale di F1, non è mai riuscito a vincere un Gp

All’età di 73 anni, stroncato da un male incurabile, è scomparso oggi, nella sua Nuova Zelanda, Christopher Arthur “Chris” Amon, uno dei talenti riconosciuti dell’automobilismo di tutti i tempi, nonostante non fosse mai riuscito, in 108 partecipazioni, a vincere un Gran Premio di Formula 1.

LaFerrari Nero DS Opaco  (10)Con la Scuderia Ferrari aveva corso 27 gare fra il 1967 e il 1969, ottenendo tre pole position con la 312 F1. Ma troppe volte, sulla via della vittoria, era stato fermato da guasti e inconvenienti a volte incredibili. Con la Dino 246 di Maranello vinse la Tasman Series del 1969, contro piloti del calibro di Jochen Rindt (campione del mondo F1 l’anno dopo) e Piers Courage. Di Amon rimane comunque memorabile il successo nella 24 Ore di Daytona del 1967, in coppia con Lorenzo Bandini, su 330 P3/4: l’edizione dell’indimenticabile arrivo in parata delle tre Rosse. Amon aveva corso in Formula 1 dal 1963 al 1976, oltre che in Ferrari, con le seguenti scuderie: Lola, Lotus, Cooper, March, Matra, Tecno, Tyrrell, Amon (fondata proprio da lui), BRM, Ensign e Wolf. (ITALPRESS).