Il percorso della mondiale di ciclismo in programma in Qatar è stato modificato adattando il percorso a ciclisti come Kittel o Greipel

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il prossimo 1 ottobre ci saranno i mondiali di ciclismo in Qatar. Un percorso adatto per velocisti puri e sicuramente il favorito numero 1 sarà Peter Sagan. Il percorso scelto per i Mondiali è stato modificato: la fase iniziale era di 80 chilometri nel deserto e con un finale con 11 tornate nel circuito di Doha. All’interno del circuito si ha un passaggio nel pavè. Le modifiche sono state applicate per dare un maggiore patos alla corsa ciclistica: i progettisti si sono ispirati al Tour del Qatar, giro che apre la stagione sportiva. 150 chilometri da pedalare nel deserto con possibili sorprese sin dalle fasi iniziali del percorso. Nella parte centrale tra ventagli e spezzi vari si arriva al circuito finale.
Quindi da un percorso di totale incidenza per i velocisti dalla sparata ultra veloce, si è passato ad una tipologia di sprinter più vicina alle caratteristiche di Kittel e Greipel, ma anche a vere e proprie possibili outsider come Kristoff o Degenkolb.

road-race-men-elite-map

doha

individual-time-trial-men-elite-736x1024