Lunedi 5 Dicembre

Tour de France, Aru verso il podio: “non ci penso, ma voglio dare soddisfazione alla mia famiglia”

LaPresse/Belen Sivori

Fabio Aru pronto per far bene negli ultimi giorni del Tour de France 2016: il sardo non pensa alla classifica ma vuole regalare grandi soddisfazioni alla sua famiglia, arrivata in Francia per lui

Dopo la cronoscalata di ieri, i ciclisti tornano in sella alle loro bici oggi per la 19ª tappa del Tour de France 2016. Chris Froome è sempre più leader della classifica generale e si avvicina verso la vittoria finale di domenica a Parigi.

Non è però ancora deciso il podio: alle spalle del britannico keniota ci sono attualmente Mollema e Yates, ma dopo l’ottima prestazione di ieri di Fabio Aru, è sempre più possibile un avvicinamento del sardo, che nelle ultime tappe della Grande Boucle farà di tutto per agganciare i suoi rivali.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Devo, dobbiamo continuare così. A me non piace troppo parlare, preferisco pedalare. Avrò una squadra forte e compatta al mio fianco, a cominciare da Vincenzo Nibali. Voglio nominarlo perché ha avuto critiche a mio giudizio non azzeccate. La sua presenza è fondamentale per me, mi aiuta tantissimo“, ha dichiarato il sardo dopo il suo terzo posto nella cronoscalata di ieri.

Fabio AruSono contento. L’importante è dare il massimo fino alla fine perché un grande giro è fatto di ventuno tappe e non si può mai sapere, bisogna restare sempre concentrati. Non è una frase fatta, i conti vanno fatti soltanto alla fine“, ha aggiunto Aru.

In questi giorni in Francia è arrivata la famiglia del corridore Astana: “ci sono i genitori, mio fratello, gli zii, gli amici. Ho visto diverse bandiere dell’isola. Non si spendono pochi soldi per arrivare qui dalla Sardegna, e io spero di dargli qualche soddisfazione”, ha continuato.

Fabio AruAru però ammette di non pensare alla classifica: “preferisco non pensare alla classifica. Basta avere un po’ di pazienza e poi sabato sera (domani sera, ndr), tireremo le somme“, ha concluso.