Martedi 6 Dicembre

MotoGp, Paolo Ciabatti esce allo scoperto: “ecco perchè la Ducati ha lasciato andare Iannone”

Motivi finanziari e di feeling con la moto hanno spingo la Ducati a scegliere Dovizioso, e non Iannone, come compagno di Lorenzo nella prossima stagione

L’arrivo di Jorge Lorenzo in Ducati ha per un periodo destabilizzato il team di Borgo Panigale, combattuto nella scelta di colui che, tra Iannone e Dovizioso, avrebbe affiancato il maiorchino in sella alla Desmosedici nel 2017.

Iannone-DallIgna-Dovizioso A prevalere è stato, poi, il pilota forlivese, con Iannone passato alla Suzuki al posto di Maverick Viñales, trasferitosi a sua volta alla Yamaha. A spiegare i motivi della partenza del rider di Vasto verso il team giapponese ci ha pensato il team manager della Ducati Paolo Ciabatti: “a volte i media dimenticano i lati finanziari del business – ha spiegato a Speedweek.com – Iannone è ora uno dei piloti più veloci della MotoGP, e ha determinate aspettative del suo stipendio che non si adatta alla realtà del team Pramac. Abbiamo sempre saputo che Iannone è leggermente più veloce di Dovi, ma purtroppo in circostanze normali è ancora meno stabile. Dobbiamo anche considerare che Dovizioso in Argentina e Texas ha perso punti per cause non sue, non è stato facile. Quando siamo arrivati al punto che abbiamo dovuto decidere, abbiamo pensato che Dovizioso fosse per noi la soluzione migliore”.