Lunedi 5 Dicembre

Alfa Romeo Giulia: boom di ordini, in difficoltà lo stabilimento di Cassino [FOTO]

Gli ordini dell’Alfa Romeo Giulia sono più elevati rispetto alla capacità produttiva di 60 unità al giorno dello stabilimento di Cassino

Le attese riposte sull’ Alfa Romeo Giulia sono tante, perché la berlina italiana viene considerata come il modello del rilancio della Casa del Biscione. Per fortuna, la quattro porte della Casa di Arese sembra piacere molto alla clientela italiana, fino al punto che gli ordini relativi alla vettura sono  decisamente superiori rispetto alla capacità produttiva dello stabilimento di Cassino, stimata in 60 unità al giorno.Alfa Romeo Giulia (6)

Per far fronte alle tante richieste, i vertici FCA hanno deciso che gli operai di Cassino andranno in ferie solo due settimane, dall’8 al 21 agosto. Come se non bastasse, la produttività dell’impianto laziale è destinata a salire in modo esponenziale, considerando che il 22 di agosto dovrebbe partire la produzione dello Stelvio, il primo SUV di Alfa Romeo, mentre nel 2018 dovrebbe uscire dalle linee produttive la nuova generazione della Giulietta, senza dimenticare che in un futuro prossimo dovrebbe arrivare anche l’inedita ammiraglia della Casa.

Grazie a queste vetture, non solo dovrebbe verificarsi la fine della Cassa integrazione per il lavoratori interessati, ma addirittura potrebbero arrivare nuove assunzioni per dare man forte agli operai attualmente impiegati a Cassino.