Sabato 3 Dicembre

Vela, l’imbarcazione Aria sarà presente al Trofeo Principato di Monaco a Venezia

L’imbarcazione storica Aria avrà al timone Alberto Leghissa, e sarà al varo del Trofeo Principato di Monaco a Venezia

L’imbarcazione storica ARIA, 8 mt S.I. (14,30 mt. ft., Cantieri Costaguta1935) dell’armatrice Serena Galvani, parteciperà alla quarta edizione del Trofeo Principato di Monaco a Venezia, Banca Generali Special Cup, che verrà disputata sabato 25 e domenica 26 giugno nella laguna più famosa del mondo. Il programma prevede una veleggiata nel bacino di San Marco alle 10.30 di sabato cui farà seguito la prima prova con partenza alle 12. Domenica alle 11 sarà dato il via alla regata conclusiva. Aria, che correrà col guidone dello Yacht Club Adriaco, avrà al timone il triestino Alberto Leghissa, all’albero e a prua Ciro Di Piazza e Lorenzo Pujatti con Federico Boldrin alla randa. L’armatrice Serena Galvani, Alessandro Alberti e Lorenzo Zanotto completeranno in pozzetto l’equipaggio.

Gabriele Crozzoli

Gabriele Crozzoli

L’evento fa parte del calendario A.I.V.E. (Associazione Italiana Vele d’Epoca) per il 2016 ed è promosso e organizzato da Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia col sostegno di Banca Generali, Main Sponsor della manifestazione. La regata, che si svolgerà nelle acque antistanti il Lido di Venezia, è coordinata da Mirko Sguario, fondatore dello Yacht Club Venezia e promotore di altre celebri competizioni veliche, mentre sarà il nuovo porto turistico Marina di Sant’Elena, inaugurato nel luglio scorso, ad accogliere gli yachts, gli equipaggi e la premiazione.

Aria, con la sua adesione, rende omaggio alla passione sempre crescente degli appassionati per le vele d’epoca che testimoniano la capacità e l’ingegno dei progettisti e dei maestri d’ascia italiani. Alla regata storica, che verrà corsa applicando i rating del C.I.M. (Comité International de la Méditerranée), non mancheranno altre barche affascinanti fra le quali il ketch Coch y Bondhu (mt. 15,15, 1936), Katama (mt. 11,99, 1957), Al Nair III (mt 14,50, 1964) Strale (mt.13,47, 1967) oltre alle famose “passere”, tipiche imbarcazioni istriane ancora oggi in uso nell’alto Adriatico.

Aria1Aria al 4º Trofeo Principato di Monaco Banca Generali Special Cup: non agonismo, ma cultura. Cultura del mare, della storia della marineria e dell’importanza della salvaguardia e del mantenimento delle barche come beni culturali. È questo l’importante messaggio che il Presidente di ARIE Serena Galvani vuole portare a Venezia con la sua imbarcazione che, come ogni barca di valore storico, è parte del patrimonio collettivo nazionale. Riflettori puntati quindi a Venezia su ARIA che, trovata in stato di abbandono nell’isola di Favignana, grazie ai delicati lavori di ripristino cui è stata fatta oggetto dall’armatrice nel corso degli anni è un mirabile esempio di attento restauro filologico interamente eseguito in Italia.