Martedi 6 Dicembre

Nuoto, il Settecolli dà fiducia a Federica Pellegrini: strepitosa nei 200 sl

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Federica Pellegrini regala ancora una volta emozioni e soddisfazioni uniche: suoi i 200 sl al Settecolli di Roma

Federica Pellegrini illumina ancora il Foro Italico. Dopo la grande prestazione di ieri nei 100 metri stile libero, la nuotatrice veneta impressiona il mondo nei 200 metri scendendo sotto il muro dell’1’55” al 53° Trofeo Settecolli, ultima prova generale in vista dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Il crono di 1’54”55 con il quale la Divina ha vinto la sua gara rappresenta il quarto miglior tempo assoluto in carriera e il secondo migliore a livello mondiale nel 2016: solo l’americana Katie Ledecky, principale avversaria della Pellegrini in Brasile, ha fatto meglio in questa stagione.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Mi sembra di vivere un sogno – ha confessato la Pellegrini dopo il trionfo al Foro Italico – Dal 53″1 dei 100, incredibile per me che non sono una velocita, alla risposta di oggi nei 200. Sono stati tre giorni nelle nuvole. Sono contenta soprattutto di aver abbattuto questo muro dell’1’55”, un po’ il segnale che mi serviva da qui ai Giochi, un tempo che mi da’ tanta fiducia per Rio”. Ora la Pellegrini tornera’ a casa, a Verona, dove sara’ “blindatissima per un mese prima della partenza“.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Potrà pensare al duello con la Ledecky (“Lo faccio quotidianamente da un anno a questa parte“) e magari riflettere se affrontare o meno anche i 100 metri stile libero in Brasile: “ne parleremo bene – ha spiegato la veneta – Sono ancora in pieno ‘carico’, solo giovedì pomeriggio abbiamo un po’ scaricato, per questo nessuno si aspettava questi tempi. Ora sono molto contenta, trovare questo tempo al Settecolli mi dà grande fiducia, è molto diverso da quanto successo quattro anni fa ed è un bel cammino verso Rio.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Vorrei solo mantenere questo tipo di serenità in questo mese. Detti dice che sono la punta di diamante dell’Italia? Gregorio (Paltrinieri, ndr) andrà all’Olimpiade per vincere, io per combattere con le altre, poi quello che verrà fuori non lo so. Se continuo fino a Tokyo? Oddio no. Pian piano, prima affrontiamo Rio, poi decideremo. Quattro anni sono lunghi“.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Nelle altre gare della giornata bella vittoria di Gabriele Detti negli 800 metri stile libero (7’43”06, nuovo record del Settecolli) davanti a Gregorio Paltrinieri (7’50”98): “sono felicissimo per il tempo – ha sottolineato Detti – ma si e’ spenta la luce ai 600. Andro’ all’Olimpiade a testa bassa, sperando di ottenere il massimo. Poi sogno i Giochi di Roma 2024“. “Sono nel momento di condizione peggiore – ha ammesso Paltrinieri – Viste le gare di questi giorni, il 7’50” ci sta“.

Soddisfatto a metà anche Luca Dotto, che ha chiuso i 200 metri al secondo posto con 49”1: “le sensazioni non sono buone, speravo di riuscire a fare almeno 48’9, ma sono veramente stanco. Comunque non stato mai stato carico di lavoro come adesso e quindi sono contento: avanti cosi’, manca l’ultimo mese e poi saremo a Rio, dove si vedra’ quali carte avrò a disposizione“. (ITALPRESS).