Venerdi 9 Dicembre

Moto Gp, il SAG Team svela: ecco cosa ha causato l’incidente di Salom

LaPresse/EFE

Nessun guasto tecnico, solo uno sfortunato errore di Salom ha causato il tragico incidente di venerdì

E’ andato in scena ieri il Gran Premio di Catalunya, dove a trionfare è stato Valentino Rossi seguito da Marc Marquez e Dani Pedrosa. Un gran premio che nessuno mai dimenticherà a causa del tragico incidente di venerdì, durante le FP2 della Moto 2, che ha provocato la morte di Luis Salom.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Dopo aver visto le immagini dell’incidente, in tanti si sono chiesti da cosa è stato causato. Rossi ed Ezpeleta per esempio hanno spiegato che la traiettoria di Salom in quella curva era molto strana e che bisognava aspettare i dati della telemetria per fare un po’ di chiarezza.

Dati che finalmente arrivano! Il SAG team infatti ha pubblicato poco fa un comunicato stampa con i dati telemetrici, dai quali si evince che non c’è stato alcun guasto tecnico ma semplicemente uno sfortunato errore di Salom

Dopo aver ricevuto i dati della telemetria dall’organizzazione, lo staff tecnico del SAG Team ha tenuto immediatamente un meeting per capire personalmente cosa ha causato l’incidente e comunicare con esattezza cosa è accaduto in termini tecnici in quella fatale curva 12 del circuito di Catalogna. All’analisi della telemetria hanno assistito il proprietario del team Edu Perales, il team manager Jordi Rubio, il capo meccanico di Luis Salom Bernat Bassa, il capo meccanico di Jesko Raffin Michael Ferger, il pilota di Moto 2 Jesko Raffin e il manager di Luis Salom Marco Rodrigo.
Durante le FP2, Salom aveva effettuato un primo giro veloce in 1’48″608 prima di tornare ai box e cambiare la gomma posteriore e nel giro che gli e’ costato la vita e’ entrato in frenata più lento di 6 km/h a causa di una minore accelerazione in uscita dalla curva 11. Salom ha così ritardato la frenata di 9 metri per mantenere una corretta velocità nella curva. In entrata di curva c’è un’irregolarità dell’asfalto (una buca) conosciuta da tutti i piloti e il ritardo nella frenata ha fatto si che Salom abbia mantenuto il freno azionato passando sopra quella buca quando invece, nella maggior parte dei giri precedenti, in quel punto aveva già rilasciato il freno. Questo, aggiunto alla velocità uguale a quella del suo giro veloce nelle seconde libere, ha stressato la gomma e causato la perdita di aderenza sulla pavimentazione irregolare con la conseguente caduta costata la vita al pilota spagnolo.

I dati della telemetria sono a disposizione di qualsiasi tecnico qualificato che desideri analizzarli.