Sabato 3 Dicembre

Giro d’Italia 2016: pronta la riscossa dei big: alla scoperta dell’11ª tappa

Undicesima frazione alquanto particolare quella che partirà oggi da Modena per concludersi ad Asolo. I big provano l’assalto alla maglia rosa del Giro d’Italia 2016

Mandata in archivio anche la decima tappa, il Giro d’Italia 2016 riparte oggi con l’undicesima frazione ben più difficile da interpretare rispetto alle precedenti. Partenza fissata a Modena e arrivo piazzato ad Asolo dopo 227 km. Frazione completamente divisa a metà con la prima parte totalmente pianeggiante per circa 200 km e invece un finale molto più complesso e articolato.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Da tenere d’occhio è la salita della Forcella Mostaccin, 3 chilometri al 9% di pendenza media con punte del 16% e scollinamento ad appena 20km dal traguardo. Poi veloce discesa di 6km e altre due rampe negli ultimi 14 chilometri, l’ultima di 1.500 metri, tutta sul pavè con una pendenza del 7% e scollinamento a 3.5km dal traguardo. E’ chiaro che in questo finale succederà qualcosa di importante anche tra i big, che si sfideranno ad Asolo, nella località in cui il Giro è arrivato una sola volta nel 2010: quel giorno trionfò Nibali. Stavolta, invece, dovranno essere probabilmente Uran Uran, Chaves e Pozzovivo a cercare di movimentare la corsa: sono i più attardati e se vorranno tentare di avvicinarsi in classifica dovranno per forza di cose movimentare la gara anche nei prossimi giorni. Attenzione anche a Valverde che fin qui in questo Giro è stato il più attivo su tutte le salite.