Domenica 4 Dicembre

L’ Olanda vuole eliminare la vendita di auto diesel e benzina entro il 2025

L’ Olanda ha iniziato l’iter legislativo che porterà entro il 2025 alla fine delle vendite di automobili alimentate a benzina o diesel, mentre in Italia la mobilità ecosostenibile risulta ancora un miraggio

La direzione che sta prendendo l’ Olanda rispetto alla mobilità ecosostenibile, libera da combustibili fossili, può considerarsi a tutti gli effetti epocale. Il piccolo Stato del Vecchio Continente ha infatti inaugurato un iter legislativo che ha come scopo il divieto di vendita di automobili alimentate a benzina o diesel entro il 2025.benzina

La proposta di legge ha già ricevuto il primo “si” in Parlamento, grazie al sostegno di Liberal Democratic D66,  verdi GroenLinks,  ChristenUnie, SP e Kuzu/Ozturk, mentre si è opposto lo schieramento di destra VVD. Ovviamente un provvedimento di questo calibro sta ricevendo reazioni contrastanti e molto scetticismo, quest’ultimo sottolineato anche dal ministro degli affari economici Kamp che l’ha definito, come riportato dal Fatto Quotidiano,  “un piano folle da realizzare, perché tra 10 anni al massimo si potrebbe ipotizzare che la quota di mercato delle elettriche cresca fino al 15%“.

Nonostante i dubbi e le incertezze, il fronte del si sembra compatto, anzi risulta  addirittura probabile un allargamento dei consensi nel prossimo futuro. Questa politica ecosostenibile dei Paesi Bassi sottolinea l’impegno di un’intera nazione relativo alla difesa dell’ecologia come dimostra il recente accordo firmato nel dicembre 2015 sulla riduzione delle emissioni di anidride carbonica e isolamento termico degli edifici battezzato “Zero-Emission Vehicle Alliance” e siglato con Germania, Regno Unito, Norvegia, British Columbia, California, Connecticut, Maryland, Massachusetts, New York, Oregon, Québec, Rhode Island e Vermont.nissan leaf (5)

E in Italia ? Purtroppo nel nostro Paese siamo ancora decisamente indietro sulle politiche “verdi”, infatti la penisola italiano dovrebbe partire da un serio lavoro di ammodernamento e realizzazione di  nuove infrastrutture che favoriscano la diffusione dei veicoli elettrici. Il Governo italiano ha dichiarato in piùù di un’occasione la serie intenzione di realizzare una rete di stazioni di ricarica per le auto elettriche  sia nelle grandi realtà urbane che lungo le principali autostrade. Ora però, dalle parole, bisognerebbe passare ai fatti che ovviamente sono una cosa ben diversa e più difficile da realizzare, specie nel nostro paese, da sempre troppo legato a lobby difficili da scardinare.