Venerdi 9 Dicembre

Leicester, Ranieri si esalta: “corriamo come tori, perchè non credere nel titolo?”

Paul Harding/Lapresse

L’allenatore del Leicester esalta la prova dei suoi ragazzi e ammette per la prima volta di credere alla vittoria della Premier League

Doveva essere la resa dei conti, e così è stato. Manchester City e Leicester di fronte, uno spettacolo che solo la Premier League può regalare.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

A spuntarla, in maniera sorprendente, sono stati gli uomini di Ranieri che continuano, così, a cullare il sogno di vincere il titolo, il primo della storia dei Foxies. “All’inizio della stagione il nostro obiettivo era la salvezza – ammette Ranieri – Ora che l’obiettivo è stato raggiunto, possiamo divertirci fino alla fine del campionato. Quella di quest’anno è una Premier League pazzesca. Sto iniziando a credere nella vittoria? Perché no… Ci sono tante super squadre, ma noi ci proveremo fino alla fine. Voglio aspettare fino ad aprile prima di sbilanciarmi, perché le nostre ultime partite sono molto dure. Rispetto alle avversarie però abbiamo il vantaggio di non avere nessun tipo di pressione addosso“.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Ai bookies, che ad inizio stagione davano Ranieri come il primo manager a saltare, l’allenatore italiano dà poco peso: “i bookmaker ora ci danno per favoriti. Ho sempre detto che non li considero, all’inizio della stagione dicevano anche che sarei stato il primo a perdere il posto e invece eccomi qui. Oggi è stato un match che ha richiesto un enorme sforzo fisico da parte nostra – conclude Ranieri – ora i giocatori dovranno recuperare al meglio in vista della prossima partita con l’Arsenal. Dobbiamo solamente continuare così, ma so bene che non è facile.Il nostro DNA ci porta a correre come dei tori, a volte esageriamo e andiamo anche più veloce del pallone. Ma in questo momento la fiducia è massima, abbiamo la giusta concentrazione e giochiamo senza paura“.