Lunedi 5 Dicembre

Auto tedesche: il perché del successo di auto dal design troppo simile [FOTO]

Le auto tedesche appartenenti ai marchi più celebri sono spesso accusate di essere tutte uguali, ma il successo di vendite conferma la validità di questa scelta

Sempre più spesso sentiamo dire da esperti, addetti ai lavori o semplici appassionati di auto che i modelli appartenenti alle gamme dei nobili marchi tedeschi (Audi, Bmw, Mercedes e Volkswagen) si somigliano troppo, mancano di originalità e sembrano frutto di un banale copia-incolla.Mercedes C Coupé (44)

In effetti, se osserviamo con attenzioni gli ultimi prodotti di questi Costruttori sembrano somigliarsi troppo. Per fare dei rapidi esempi, pensiamo ai modelli Mercedes, come le berline Classe C, E o S, alle versioni più sportive come la Classe S Cabrio e la Classe C Cabrio (quest’ultima verrà svelata ufficialmente al Salone di Ginevra 2016), o ancora ai SUV GLA, GLC e GLE . Se parliamo di Volkswagen non possiamo fare a meno di notare la strettissima parentela che lega Passat, Golf e Polo, ma anche la seconda generazione del SUV Tiguan, strettamente influenzata dal linguaggio stilistico del Gruppo.nuova mercedes classe e (7)

Cerchiamo quindi di scoprire il perché di questa strategia effettuata da parte di Costruttori di questo calibro. Innanzi tutto, se osserviamo i dati di vendita, le Case automobilistiche tedesche continuano a macinare numeri su numeri, confermando il grande apprezzamento della clientela nei loro confronti. Questo vuol dire che il design di queste vetture – sicuramente classico, ma con tanti spunti moderni – piace al grande pubblico, semplicemente perché risulta ben fatto, inoltre un marcato family-feeling permette di collocare immediatamente un modello in un determinato marchio, aumentando in questo modo la celebrità di quest’ultimo.

I più attenti noteranno inoltre che non si tratta di semplici copia-incolla, oppure di realizzare modelli uguali, ma con una diversa scala di dimensioni. La realtà è che le linee più riuscite vengono riprese anche sugli altri modelli presenti in gamma, effettuando operazioni particolarmente complesse che richiedono un attento e certosino studio delle proporzioni, abbinato ad un affinamento delle linee molto accurato.Volkswagen Tiguan (4)

Come accennato in precedenza il risultato di queste scelte viene ampiamento promosso con risultati di vendita più che ottimi. Pensiamo al Gruppo Daimler ( Mercedes, smart, etc.) che nel 2015 ha segnato a livello globale un ottimo +16% rispetto all’anno precedente, mentre in Italia la crescita è stata del 15,49% che si traduce in un balzo da 46.411 a 53.601 unità distribuite. Ancora più disarmante i risultati del Gruppo Volskwagen che, nonostante lo scandalo del ”dieselgate” relativo alle emissioni truccate, ha segnato nel 2015 in Europa un +1,9% rispetto all’anno precedente, mentre nel solo mese di gennaio sono state distribuite ben 2.000 vetture in più rispetto allo stesso periodo del 2015. La morale della favola, anche se scontata, è che la squadra vincente non si cambia, con buona pace dei detrattori.