Domenica 4 Dicembre

MotoGp, la Ducati Pramac si presenta: “aumenta l’esperienza e aumenta la nostra ambizione”

Lapresse/Alessandro La Rocca

Sulle colline senesi, la Ducati Pramac presenta la moto che Petrucci e Redding useranno nella prossima stagione. Il pilota britannico punta in alto: “voglio arrivare tra i primi 6”

La nuova stagione è alle porte e la Ducati Pramac si presenta alla stampa e ai tifosi pronta a recitare un ruolo da protagonista nel prossimo Mondiale di MotoGp.

redding Le colline senesi sono lo scenario in cui Scott Redding e Danilo Petrucci tolgono il velo alla nuova moto su cui, tra qualche mese, proveranno a superare i proprio limiti e a migliorare i risultati conquistato lo scorso anno. “Siamo partiti quindici anni fa presentandoci dentro questi stessi capannoni della nostra azienda e siamo voluti tornare al passato” dice il patron Paolo Campinoti. “Adesso però siamo cresciuti e siamo più ambiziosi di allora“.

@PramacRacing

@PramacRacing

Nei test di Jerez, svolti a fine novembre, Scott Redding ha dimostrato di voler partire subito con il piede sull’acceleratore, sottolineandolo anche durante la presentazione: “la Pramac è come una famiglia, mi sono trovato subito benone anche se la Ducati è diversa dalla Honda che guidavo lo scorso anno e ho dovuto cambiare un po’ il mio stile – dice il 23enne britannico – punto a finire il Mondiale nei primi sei“.  La nuovo moto con cui gareggeranno i due piloti sarà la Gp15 utilizzata da Iannone e Dovizioso nello scorso campionato, aggiornata però con importanti novità. Pramac è importantissima per noi, sia dal punto di vista dello sviluppo tecnico, sia come fucina di nuovi campioni – dice il direttore generale di Ducati Corse, Luigi Dall’IgnaPetrucci e Redding possono seguire le orme di Andrea Iannone che è cresciuto due anni in Pramac e adesso fa parte del nostro team ufficiale“.