Lunedi 5 Dicembre

Moto Gp, Lin Jarvis e il 2016: le gomme, l’elettronica e il difficile rapporto tra Rossi e Lorenzo

Lin Jarvis gli obiettivi del 2016, le novità della Moto Gp e il rapporto tra Rossi e Lorenzo

E’ stata presentata lunedì a Barcellona la nuova Yamaha che verrà guidata da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo nella stagione 2016 di Moto Gp. Il managing director del team di Iwata ha da subito espresso gli obiettivi del team e spiegato il rapporto tra Lorenzo e Rossi.

rossi e jarvisPer Jarvis i suoi due piloti si rispettano e non ci sarà alcun tipo di problema. “Bisogna continuare a impegnarsi e il più è fatto. Difficilmente possiamo permetterci di prendere una pausa in questo momento. Una delle cose che contribuiranno a tenere alto l’impegno è il tanto lavoro imposto dalle modifiche che riguardano l’elettronica e le gomme. Anche se la moto dell’anno scorso ha raggiunto una grande completezza il prossimo anno tutto sarà nuovo e ogni costruttore dovrà dare il massimo per arrivare pronto al primo GP”, ha dichiarato Jarvis a motogp.com. I piloti nella nuova stagione dovranno fare i conti con le nuove gomme Michelin e la nuova elettronica e per il managing director della Yamaha sono proprio i nuovi pneumatici a creare qualche difficoltà in più: “perché sono il punto di contatto tra la moto e l’asfalto. I piloti con questa parte di moto devono avere un grande feeling. Naturalmente anche l’elettronica sarà molto importante, soprattutto dal punto di vista della sicurezza e influenzerà il tempo sul giro ma le gomme sono tutto per la tenuta e la sicurezza del pilota. Credo che la cosa più importante sia impegnarsi per capire come questi cambiamenti potranno giocare a nostro vantaggio”.

LaPresse/Efe

LaPresse/Efe

Sembra invece non preoccupare la situazione tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: “Abbiamo la fortuna che all’interno del box la squadra è forte e unita mentre sappiamo bene che i nostri due piloti saranno rivali. Nessuna novità da questo punto di vista. Sicuramente i piloti si ricordano quanto successo nel 2015 ma tutti sanno che adesso bisogna guardare avanti. Spero che ognuno di noi pensi solo al futuro con saggezza. Quello che dobbiamo fare è favorire e promuovere il rispetto reciproco tra i nostri piloti. Questo è molto, molto importante. Lo spettacolo del Campionato del Mondo MotoGP è fantastico, dovremo essere in grado di mantenere il rispetto tra le squadre e i piloti stessi offrendo un bellissimo spettacolo a tutti i tifosi”.