Giovedi 8 Dicembre

Juventus, liberazione Morata: “ho avuto tanti problemi. E non solo in campo…”

LaPresse/Daniele Bottallo

Autore di una doppietta che lancia la Juventus verso la finale di TIM Cup, Alvaro Morata scaccia l’incubo che lo aveva imprigionato in questa prima parte di stagione

Due gol per regalare alla Juventus (salvo terremoti) la finale di Coppa Italia, una doppietta per tornare a sentirsi importante e scacciare via una prima parte di stagione decisamente sottotono. Quella contro l’Inter in TIM Cup, è la gara della rinascita di Alvaro Morata, attaccante classe 1992, finito in questa prima parte di campionato ai margini del progetto tattico bianconero. Il motivo delle prestazioni deludenti lo spiega lo stesso attaccante spagnolo ai microfoni di Rai Sport subito dopo la fine del match: “Ho attraversato un periodo duro, sia fuori che dentro il campo: avevo tanti problemi nella testa. Tutti i campioni hanno avuto i periodi difficili, figurarsi io che sono ancora un giocatore normale. Ringrazio i miei compagni, sono incredibili, parlano con me e mi danno un grande sostegno. La svolta, per me, è arrivata un po’ tardi ma l’importante è che sia arrivata. Lavoro tutti i giorni e sono diverso da ieri, vivo per il gol e spero di continuare così”.