Sabato 3 Dicembre

Il Real scarica Benitez, Luis Enrique: “l’anello debole è sempre l’allenatore”

LaPresse/EFE

L’allenatore del Barcellona poi parla di Zinedine Zidane, sostituto di Benitez sulla panchina merengue: “non ho avuto modo di valutarlo come allenatore”

Annuncio e conferenza tutto in meno di 24 ore, adesso Zinedine Zidane potrà concentrarsi sul lavoro in campo e non più sul rapporto con i media.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Rafa Benitez è ormai il passato, ma c’è qualcuno che ancora lo ricorda, ed è Luis Enrique il quale non si mostra sorpreso per la decisione presa da Florentino Perez. “La catena si interrompe sempre nell’anello debole che è l’allenatore. Per questo l’esonero di Benitez non mi sorprende” sostiene l’allenatore del Barcellona che ora avrà come avversario Zinedine Zidane nel club da sempre avversario dei blaugrana. “Non ho un’opinione su Zinedine come allenatore perché non ho avuto tempo per valutarlo. Lo scontro del Clasico del 2003? Non ricordo nulla di quell’episodio ma sicuramente ognuno difendeva la propria squadra e per questo lo rispetto. Non ho cattivi ricordi di alcun avversario. Ognuno difende il proprio team“.