Domenica 11 Dicembre

Cresce l’attesa per la Dakar 2016

LaPresse/EFE

Si avvicina l’inizio della prossima edizione del Raid più conosciuto al mondo

Manca solamente un mese all’inizio della trentasettesima edizione della Dakar, che inizierà il prossimo 2 Gennaio con il prologo da Buenos Aires, per concludersi il giorno 16 con l’arrivo a Rosario. Gli organizzatori hanno rivelato che il percorso sarà gradualmente più difficile. I partecipanti dovranno affrontare le prove speciali più dure nella seconda parte del raid, prove che potrebbero anche stravolgere la classifica generale.

LaPresse/XinHua

LaPresse/XinHua

Il percorso scelto dagli organizzatori metterà a dura prova la resistenza di tutti i partecipanti, anche quelli più esperti. La carovana, infatti, attraverserà anche gli altopiani della Bolivia, nella quale si raggiungeranno i 4.600 metri di altitudine nella quinta tappa, da San Salvador de Jujuy a Uyuni, per poi affrontare, nella sesta tappa, un circuito intorno alla cittadina boliviana con altezze che oscilleranno dai 3.500 ai 4.200 metri di altezza.

Altrettanto dure saranno la nona tappa, da Belén a Belén, nella quale si attraverseranno dune di sabbia, letti di fiumi e terreni duri con vegetazione scarsa, la decima, da Belén a La Rioja, caratterizzata dal passaggio per le dune nei pressi di Fiambalá e la dodicesima, da San Juan a Villa Carlos Paz, che prevede una prova speciale di quasi 900 Km, la più lunga di questa stagione, con terreni montuosi e con una vegetazione che può sempre essere causa di problemi meccanici.

In sintesi la Dakar 2016 renderà le cose difficili a tutti i partecipanti, specialmente Marc Coma, Nasser Al-Attiyah, Ayrat Mardeev e Rafał Sonik, i vincitori della scorsa edizione, che dovranno faticare per provare a riconfermarsi.