Lunedi 5 Dicembre

Milan, parla Montolivo: “il derby la mia svolta. Contro la Juve punto su Cerci. E sul futuro…”

LaPresse/Spada

Tornato al centro del progetto di Mihajlovic, Riccardo Montolivo presenta Juventus-Milan: “è una gara da vincere, vale più di tre punti”

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Fascia al braccio e parole da leader. Dopo un inizio in panchina (ed al centro delle critiche), Riccardo Montolivo è tornato prepotentemente al centro dell’universo rossonero. Intervistato dai ‘Il Giornale’, il capitano del Milan ha presentato così la sfida con la Juventus: “ Veniamo da un momento positivo, ma non basta: dobbiamo migliorare essendo partiti male. La partita contro la Juve vale tre punti, ma dietro c’è molto di più, può dare fiducia, autostima, insomma quello che ci serve. Quindi da vincere. I bianconeri hanno perso tre fuoriclasse ma hanno un collettivo che fa paura, possono rientrare nella lotta scudetto. Chi può essere decisivo? Spero Cerci perché arriva da un momento positivo, ma non ha ancora fatto gol”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Montolivo esalta il lavoro svolto da Sinisa Mihajllovic nei suoi primi mesi di lavoro a Milanello: “Sono stati corretti tanti errori, ad esempio sulle palle inattive, il nostro punto debole. Dobbiamo migliorare nel gioco, ma soprattutto nella cattiveria, nella voglia di fare risultato a tutti i costi, anche quando si gioca male. La svolta mia e della squadra? La vera svolta è il derby da titolare. Il Milan e anche io a livello personale abbiamo fatto una buona partita. Le voci sul mio trasferimento alla Juventus non erano vere, non c’è stato nulla. Il rinnovo in questo momento non rappresenta una priorità, voglio comunque continuare a giocare nel Milan”.