Venerdi 9 Dicembre

Basket, Bruno Cerella: “sono fiducioso, il lavoro pagherà”

LaPresse/Marco Alpozzi

Bruno Cerella e la voglia della sua Olimpia Milano di far bene e di riscattarsi da questo inizio stagione faticoso

Bruno Cerella fa il quadro della situazione attuale della sua squadra, l’Olimpia Milano, che, al momento, non sta affrontando un periodo roseo. “Sto faticando a trovare spazio quest’anno? No, so qual è il mio ruolo. Di sicuro, bisogna trovare la strada per lavorare ed essere continui nelle partite. Stiamo facendo fatica come squadra a trovare il buon gioco che ci permetta di divertirci e di vincere con continuità, soprattutto le partite in casa. Nelle ultime abbiamo giocato maluccio. Però sono fiducioso e, sicuramente, il lavoro pagherà. Dobbiamo stare insieme, uniti e non perdere fiducia, perché questo è un gruppo che ha voglia di lavorare e di stare insieme“, ha dichiarato il cestista argentino in un’intervista a Lapresse.

LaPresse/Checchi

LaPresse/Checchi

La sfida in Eurolega di Limoges può essere la partita giusta? Tutte le partite sono la partita giusta, perché bisogna approcciarle nel modo corretto, provando a crescere come squadra. Ma soprattutto provando a vincerle. Non ci possiamo permettere – parla chiaro – di fare delle partite sbagliate ormai: ci rimangono poche chance per superare il girone. Sappiamo che sarà difficile, ma non impossibile. Dobbiamo andare lì fiduciosi, fare la nostra partita e portarla a casa“. A Cerella “non piace parlare di scudetto: siamo alle prime partite e l’obiettivo è amalgamare la squadra in modo che giochi una pallacanestro vincente e divertente. Poi il resto è conseguenza del lavoro, ma è troppo presto“. “A che punto siamo come amalgama? Non lo so, ma vedo grandi margini di miglioramento. C’è tanto lavoro da fare sia in attacco che in difesa e anche dal punto di vista mentale, come fiducia. Sicuramente, qualche vittoria importante ci aiuterà a fare ancora uno step in avanti per continuare a lavorare. Non credo che questa squadra abbia un tetto, si può ancora crescere“, conclude il giocatore dell’Olimpia.