Domenica 4 Dicembre

La storia di un tennista diventato calzatura: le Stan Smith di… Stan Smith

Sono più famose le calzature che egli ha ideato di lui stesso. L’assurda storia del tennista Stan Smith, che vinse gli US Open e Wimbledon, ma il cui nome è famoso per un paio di scarpe

Sono tornate di moda le sue scarpe. Ma di lui chi si ricorda? Sono tornate prepotentemente di moda le Adidas modello Stan Smith. Tanto che se “googlate” alla voce immagini digitando Stan Smith compaiono solamente delle paia di scarpe: con la punta argentata, mimetiche o tutte nere. Le vere Stan Smith, quelle originali, sono però la semplicità fatta scarpa: tutte bianche con un infinitesimale segno verde su tallone e linguetta. Ma di lui, di Stan Smith, il tennista da cui le scarpe prendono il nome, chi si ricorda più? Biondo, pelatino, baffuto, nato a Pasadena nel 1946, Stan Smith è uno dei rari esempi (l’unico?) in cui la fama delle sue scarpe batte di gran lunga la fama del tennista che le indossò. Stan vide il suo momento d’oro agli inizi degli anni 70, quando vinse gli US Open e Wimbledon. Difficile trovare traccia del buon Smith dopo gli anni 80. Destino completamente differente per le sue eleganti e raffinate calzature. Diventate definitivamente un “evergreen”, sono recentemente tornate “così cool” da meritarsi parecchie versioni “limited edition”. Questa, in breve, la storia di un tennista diventato calzatura.