Sabato 3 Dicembre

Us Open, Simona Halep sarà l’avversaria di Flavia Pennetta

LaPresse/Reuters

Flavia incontrerà in semi la rumena numero 2 del mondo

A New York quest’anno il tennis femminile italiano ha fatto la storia: 2 tenniste in una semi finale Slam, e contemporaneamente, non le avevamo mai avute. E se Roberta Vinci si troverà di fronte lo scoglio imponente di Serena Williams, a -2 dal Grande Slam, Flavia Pennetta giocherà contro la rumena Simona Halep, vincitrice di un’autentica maratona nei quarti di finale contro la bielorussa Azarenka, in 3 set tirati e interrotti anche dalla pioggia.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La Halep sarà avversaria tosta, difficile, ma trattandosi di una semi finale Slam non potrebbe essere altrimenti: nell’ultimo biennio la sua crescita è stata esponenziale, perciò non devono trarre in inganno i 4 precedenti che sorridono all’italiana. Delle 4 sfide giocate fra le due, la Pennetta infatti ne ha vinte 3, due su terra e una proprio sul cemento newyorchese nel 2013: a Miami però quest’anno ha vinto la Halep. Attenzione quindi, poco credito ai precedenti che possono dare si un’iniezione di fiducia (come se ne servisse una ulteriore …) ma che fanno riferimento agli inizi della Halep. La rumena degli ultimi 2 anni è un’altra cosa ma ciò non vuol dire che Flavia, questa Flavia, non possa batterla.

Il livello tenuto in campo dall’italiana contro la Kvitova è stato sorprendente per costanza e qualità,  rasentando la perfezione: non si è disunita sebbene si sia fatta sfuggire di mano un primo set per un niente (reazione nervosa alle urla di incitamento della Kvitova?), ha continuato a martellare la ceca, sfiancandola da fondo campo e segnando un nuovo squillo nella sua New York quando oramai l’avversaria aveva alzato bandiera bianca. Forse la Kvitova era avversaria più dura di questa Halep: il sogno finale Slam è davvero a portata di mano.